Home Spettacoli I video più costosi della storia della musica

I video più costosi della storia della musica

2361
0
video musicali

[highlight]Assurde o meno, queste sono le cifre stellari investite per la creazione dei seguenti video musicali [/highlight]

Negli anni 90 il budget per un videoclip era spropositato. Re e regina della musica pop si contendono il primato di spendaccioni, chi vince?

Quali sono, e soprattutto di chi sono, i video musicali più costosi della storia?

Questa lista parla chiara.

[highlight]LEGGI ANCHE: 10 canzoni che fanno venire voglia di ballare[/highlight]

Will Smith | Miami (1998)

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=IwBS6QGsH_4]

COSTO: 2,5 / 3 Mln di dollari

Will Smith era noto per spendere cifre folli nei suoi video, specialmente perché spesso erano usati col secondo fine di promuovere i suoi film. Per Miami, Smith scelse di seguire la sempre popolare strada della computer grafica, portando le spese alle stelle.
Il video mostra per tutta la sua durata il “Fresh Prince” che si smaterializza da un luogo all’altro. Risultato? Costi esorbitanti…

Backstreet Boys | Larger Than Life (1999)

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=MEb2CecR11I]

COSTO: QUASI 3 Mln di dollari

Va bene, va bene, sono bellocci. Negarlo non serve a niente. Nel 1999, all’apice del successo, hanno guadagnato l’incredibile somma di 66 milioni di dollari. Quindi 2 milioni (dell’epoca) per un video sono poco più che spiccioli!
In Larger Than Life, i B-Boys sono robot spaziali da combattimento, in una bizzarra commistione tra Star Wars e il mondo robotico di Voltron.
Si regge sulla computer grafica e sugli effetti speciali: non ha gran senso ma fa scena!

“Express Yourself” di Madonna (1989)


Regia di David Fincher – COSTO $5,000,000

Express Yourself è scritta e prodotta da Madonna e Stephen Bray, il brano è stato pubblicato il 9 maggio 1989 come singolo.

Il video è stato diretto da David Fincher e girato nel mese di aprile 1989 negli studi di Culver City, California. È basato sul film classico Metropolis del 1927 di Fritz Lang. Il suo budget di $ 5 milioni fece di Express Yourself il video musicale più costoso della storia; mentre al momento occupa la quarta posizione della classifica, dietro a Die Another Day (altro video di Madonna) di $ 6 milioni di dollari, Work Bitch di Britney Spears e Scream (7 milioni) di Michael Jackson e Janet Jackson. Express Yourself debuttò in anteprima mondiale su MTV il 17 maggio 1989.

Durante un’intervista realizzata ad un programma televisivo della BBC, Madonna parlò, scherzosamente, del principale tema del video, sostenendo che la metafora del gatto rappresenta “Pussy rules the world” (letteralmente “La vagina governa il mondo”, in inglese la parola “pussy” sta a indicare sia il gatto che l’organo sessuale femminile, infatti, nel video compare più volte un gatto nero).

“Bedtime Story” di Madonna (1995)

[youtube http://youtu.be/CSaFgAwnRSc]

Regia di Mark Romanek – COSTO $5,000,000

Bedtime Story è una canzone della cantante Madonna. Uscito nel febbraio del 1995 è il terzo singolo estratto dall’album Bedtime Stories. è il risultato di una collaborazione tra Madonna e la popstar islandese Björk.

Il brano è stato inserito nella raccolta di successi di Madonna uscita nel 2001 GHV2. Fino al 2005 il video è stato proiettato in diverse gallerie di arte moderna, tra cui il Museum of Modern Art di New York, in cui è conservato nella collezione permanente.
In una intervista del 1999 con la rivista Aperture Madonna ha dichiarato:

[quote]Il mio video di Bedtime Story è completamente ispirato a tutte le pittrici surrealiste, come Leonora Carrington e Remedios Varo. C’è una inquadratura dove le mie mani sono protese verso il cielo e le stelle mi girano intorno. Un’altra dove veleggio in un corridoio con i capelli fluttuanti dietro di me, un’altra ancora dove le colombe mi escono dal ventre. Tutte queste immagini sono un omaggio a pittrici surrealiste. C’è anche qualche riferimento a Frida Kahlo.[/quote]

“Black Or White” di Michael Jackson (1991)

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=F2AitTPI5U0]

Regia di John Landis – COSTO $4,000,000

Black or White è il primo singolo di Michael Jackson estratto dall’album Dangerous del 1991. il brano fu scritto dallo stesso Michael Jackson, è prodotto da lui e da Bill Bottrell, a cui venne affidata anche la scrittura dell’intro e della parte rappata. Il video è stato diretto da John Landis, lo stesso regista che nel 1982 realizzò il video di Thriller.

Nel video venne usata l’innovativa tecnica del morphing, che consiste nella trasformazione fluida, graduale e senza soluzione di continuità tra due immagini di forma diversa, che possono essere oggetti, persone, volti, paesaggi.

Quando uscì, il video divenne il più costoso della storia battendo il record del suo precedente video Bad con un costo multimilionario di 4 milioni di dollari. La rivista Rolling Stone ha classificato il videoclip di Black or White alla #52 posizione nella classifica dei 100 migliori video di sempre, mentre VH1 lo ha inserito al 38º posto della sua classifica.

Michael Jackson and Janet Jackson | Scream (1995)

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=0P4A1K4lXDo]

COSTO: 10,5 / 11 Mln di dollari

I video di Michael Jackson sono sempre stati oltremodo costosi. Nel 1983 spese quasi un milione di dollari per Thriller (nessuno aveva mai speso tanto all”epoca), e 1.4 milioni nel 1992 per Black or White.

Con i progressi della tecnologia i video di Jacko divennero via via più costosi. Ma per un uomo che poteva permettersi di tenere in casa una camera a ossigeno, uno zoo, le ossa di un elefante e un intero team di chirurgi plastici, cosa volete che siano qualche milione di dollari?

Nel video c”è anche la sorella, non si poteva mica andare al risparmio. Il video ha debuttato nell’estate del 1995 su MTV e BET e anche durante l’intervista di Diane Sawyer con Jackson e Lisa Marie Presley . L’intervista è stata trasmessa a circa 64 milioni di spettatori. Il video è uno dei pezzi più acclamati dalla critica di Jackson, Heather Phares di Allmusic ha descritto il video come “elegante, clip interstellare”. James Hunter di Rolling Stone lo definì un “video contemporaneo”. Jim Farber ha dichiarato che si tratta di “un bel clip in bianco e nero, grande fascino del clip e che nessuno dei due fratelli sembra abbastanza reale”.

Madonna | Die another day (2002)

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=BfvD_brrrTc]

COSTO: >10 Mln di dollari

Die another day è colonna sonora di James Bond e il video è una mega-produzione. Durante il video vengono trasmesse alcune scene del film “La morte può attendere” dove si vede lei nelle varie versioni. Come “007”, lei viene catturata dai coreani, che all’inizio la torturano per farla confessare (la tortura consiste nell’affogarla nell’acqua ghiacciata), mentre dopo tentano di ucciderla sulla sedia elettrica. Nel frattempo come nel film 007 combatte con il figlio del generale coreano che lo aveva fatto prigioniero, Madonna, combatte con un’altra “Madonna” (una con una tuta da scherma bianca e una con la stessa tuta solo che nera): all’inizio le due si scontrano in un normale duello di scherma, mentre dopo finiscono col duellare senza più regole, né esclusioni di colpi, tentando di uccidersi a vicenda.

Alla fine la Madonna vestina di bianco uccide l’altra Madonna, sparandole dritta al petto con un fucile subacqueo, mentre i coreani azionano la sedia elettrica convinti di averla uccisa, ma colpo di scena Madonna riesce a scappare e a mettersi in salvo lasciando sulla sedia elettrica oltre ad un intenso fumo bianco, una scritta ebraica: “לאו”, che significa “grande fuga” o “libertà”.

Il video si conclude con la sequenza Gun Barrel.

Guns N’ Roses | ‘Estranged’ (1993)

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=dpmAY059TTY]

COSTo: 6,5 Mln di dollari

Axl Rose passeggia in città in strade popolate da delfini. Se si considera che almeno metà video (ok, dura dieci minuti) riprende concerti dei Guns n’Roses e un terzo si concentra sulle espressioni smarrite del frontman ci si chiede come la produzione abbia potuto spendere 4 milioni di dollari (oggi 6,5) per la realizzazione del video. Ah Axl ci prova a suicidarsi ma i delfini lo salveranno. E sulle acque non c’è Gesù che cammina ma Slash che fa un assolo di chitarra. ‘November Rain’ è una canzone sul non voler essere nello stato di dover avere a che fare con l’amore non corrisposto. Estranged è l’ammissione di questo, l’esserci e il dover capire cosa fare.

Busta Rhymes and Janet Jackson | What’s It Gonna Be

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=TcozjXK-850]

COSTO: 4 Mln di dollari

Un video incredibilmente scenografico, che coinvolge una valanga di effetti speciali e che Busta Rhymes co-dirige. Il video racconta la relazione di Busta, nella forma di una strana creatura di vetro, con Janet (anch”essa in forma di creatura di vetro). Cantano, si trasfigurano, cantano, e si trasfigurano ancora un po’. E alla fine esplodono entrambi in una pioggia di schegge. Grezzo, ma in senso buono. L”impatto visivo ricorda Terminator, in cui un umanoide è in grado di cambiare apparenza, ma rimanere credibile.

Potete crederci, qui è facile capire dove sono andati a finire tutti i soldi!

[highlight]LEGGI ANCHE: I 15 singoli più venduti nella storia della musica[/highlight]

Puff Daddy | Victory (1998)

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=4kwamhqyHN0]

COSTO: quasi 4 Mln di dollari

Come altri video della lista, Victory è un video rap, e che video rap! C”è di tutto: aerei che esplodono, salti da palazzi, elicotteri e sparatorie. Come più o meno tutto il repertorio di Puff Daddy! Nel video c”è un uomo che scappa dalla polizia, accusato di un crimine che non ha commesso.

Mentre P. D. salta da un tetto all”altro, viene visto da un gruppo di snob a una festa. Si intuisce che anche loro vorrebbero una vita così movimentata. Potrà anche non essere animato al computer, ma questo video da una sensazione “da film” come nessun altro. La cura dei dettagli è quello che l”ha reso così costoso, ma anche così brillante.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here