Chi siamo

Contrordine.it, il giornale online di informazione

Il progetto

Contrordine è una testata registrata presso il Tribunale di Napoli, autorizzazione N° 50 del 4 Ottobre 2013, edito dall’Associazione MediaLabNet.  Iscritta nel Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) al numero 24001.

Chi di voi vorrà fare il giornalista, si ricordi di scegliere il proprio padrone: il lettore

cit. Indro Montanelli

Contrordine è un giornale senza padroni. Apartitico e apolitico, Contrordine prova a fare informazione senza filtri, con una linea editoriale snella, dinamica, leggera.

Nato come giornale online, Contrordine vuole restare tale. Niente carta, né copie da distribuire nelle piazze o fuori alle università, ma un uso sapiente dei media digitali. L’idea alla base di Contrordine è molto semplice: creare un giornale nel quale redazione e editore fossero un’unica cosa, permettendo a chi scrive di poterlo fare in piena libertà, muovendosi all’interno di una linea editoriale condivisa.

Partorito dalla mente di giovani deviati, Contrordine è nei fatti una start-up, e la mentalità resterà sempre quella della beta permanente, mettendoci in gioco quotidianamente e rifiutando, senza se e senza ma, ogni tipo di etichetta definitiva.

La sanità mentale è un’imperfezione

cit. C. Bukowsky, Compagno di sbronze

La redazione


Danilo Di Costanzo, Founder e Direttore editoriale


Gennaro Esposito, Direttore responsabile


Francesco Ambrosino, Web Content Editor


Giacomo Ambrosino, Fotoreporter

Collaboratori

Antonio Franzese, Antonio MastroianniBarbara Santagata, Benito Visca, Carmela Portogallo, Carmine Di Donato, Daniele Maisto, Daniele Cretella, Daniele Canepa, Emilia Tha, Emma Crimi, Fabrizio Testa, Felicia Trinchese, Francesca CelottoFrancesca Ciotola, Francesca Beato, Francesca Cirillo, Giandomenico Piccolo, Gianmaria Tammaro, Giovanni Ceriello, Giuseppe Marchiello, Giuseppe Luongo, Luca Napolano, Luigi Mauriello, Marco Romano, Marika Tuccillo, Mario Di Giorgio, Martina Di Guida, Mayla Metitiero, Mirko Metitiero, Nevio Pizza, Nicola D’Ambrosio, Pietro Giunti, Giuseppina Amalia, Sveva Robiony, Valeria Nastri.