Home Salute Aloe: un tesoro alla portata di tutti

Aloe: un tesoro alla portata di tutti

1411
0
Aloe

Aloe

Antinfiammatoria, cicatrizzante e ottima alleata del sistema immunitario. Scopriamo insieme proprietà e benefici dell’aloe.

L’Aloe è una pianta grassa originaria dell’Africa centrale. Al mondo ne esistono più di 200 varietà, ma le più conosciute sono:

  • l’aloe vera;
  • l’aloe barbadensis;
  • l’aloe arborescens;
  • l’aloe saponaria;
  • l’aloe aristata;
  • l’aloe ferox.

L’ Aloe Ferox ha foglie molto polpose e spine rosse,ma il suo gel ricco di ferro è carente di altri principi contenuti in altri tipi di aloe.

Quella più utilizzata per la produzione di prodotti naturali è l’Aloe vera, di cui addirittura gli antichi egizi conoscevano le innumerevoli proprietà benefiche.

Conosciamola insieme.

aloe forex

Aloe: proprietà

La caratteristica principale dell’Aloe è di avere le foglie carnose che racchiudono al loro interno un gel prezioso che l’essere umano può sfruttare in vari modi.

Infatti, tale succo contiene 200 composti attivi e 75 nutrienti tra cui:

  • 20 minerali, inclusi calcio, cromo, ferro, fosforo, magnesio, manganese, potassio, sodio, zinco.
  • 18 amminoacidi sui 20 necessari all’uomo
  • 12 vitamine, incluse A, C, D, E e il gruppo B
  • enzimi, necessari a tutti i processi vitali
  • saccaridi , saponine e steroli vegetali.

Aloe: Benefici

Sicuramente sarà capitato a tutti di vedere almeno una volta nelle case o nei giardini una pianta di Aloe, ma in pochi sanno che il gel contenuto all’interno delle sue foglie è curativo sia per uso esterno che interno.

L’aloe infatti grazie alle sue molteplici proprietà svolge diverse azioni, tra cui: analgesiche, depurative,nutrienti,immunizzanti,ricostituenti ed antitumorali.

Scopriamo brevemente i 10 benefici fondamentali.

  • Integratore alimentare: contiene molte sostanze nutritive essenziali al corretto mantenimento del corpo.
  • Depurante: è in grado di depurare il corpo dalle tossine e grazie ai suoi saccaridi che agiscono sulle pareti dell’intestino, si forma una barriera protettiva che impedisce l’assorbimento di sostanze dannose.
  • Lassative: stimola la flora batterica e migliora l’assorbimento delle sostanze nutritive. Inoltre riduce gli effetti collaterali dei farmaci sull’apparato digerente, come acidità di stomaco, crampi e stitichezza.
  • Stimolazione del sistema immunitario: contiene acemannano, uno zucchero dalle proprietà antivirali, antinfiammatorie e soprattutto antitumorali.
  • Antitumorale: è molto efficace per la prevenzione di diversi tipi di cancro oltre ad essere un valido supporto agli effetti collaterali di chemioterapia e radioterapia,in quanto limita la caduta di capelli,nausea e bruciature.
  • Lenitivo: sollievo immediato in caso di punture di zanzara, insetti, meduse e perfino ortiche. Ottimo rimedio anche per le scottature.
  • Coagulante: ha un effetto cicatrizzante, quindi oltre che per le ustioni viene utilizzata anche per una rapida guarigione di eczemi, ferite e vesciche.
  • Cura della pelle: grazie alla sua azione idratante, emolliente e dermoprotettiva, l’aloe viene utilizzata abbondantemente dalle industrie che producono bagnoschiuma, creme e sapone.
  • Cura dei capelli: protegge il cuoio capelluto e può essere usata contro forfora e calvizie.
  • Cura dei denti: è un efficace battericida, per questo motivo può essere utilizzata anche per l’igiene orale. Contrasta la placca, ed è un rapido rimedio per la guarigione delle afte.

L’ aloe vera e l’aloe arboresces sono due tipi diversi di Aloe che danno effetti benefici molto simili. La differenza sta nella grandezza delle foglie, infatti l’aloe vera ha le foglie più grandi rispetto all’aloe arboresces.

L’aloe arboresces contiene meno quantità d’acqua rispetto all’aloe vera, pertanto ha una maggiore concentrazione di principi attivi, quindi il suo succo è migliore.

Aloe: controindicazioni

Oltre agli innumerevoli benefici che l’assunzione del succo di aloe può portare al nostro organismo, è bene specificare che in caso di abuso ci possono essere degli effetti collaterali che non vanno ignorati.

Il sovradosaggio può portare a crampi intestinali, disidratazione e spasmi allo stomaco.

Il succo d’aloe non può essere assunto dai bambini al di sotto dei 12 anni,dalle donne incinte e durante il ciclo mestruale.

Inoltre è bene tener presente che l’aloe può interagire con cortisone, farmaci diuretici, digitalici e antiaritmici.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here