Home Spettacoli I 5 film più belli di Quentin Tarantino

I 5 film più belli di Quentin Tarantino

1248
0
Queentin Tarantino

[highlight]Una carriera invidiabile per Tarantino il regista amante degli spaghetti western e dell’humor nero, ecco i suoi film più belli[/highlight]

Se fossimo invitati a casa Tarantino per un teh non potremmo non notare in bella mostra i suoi due premi Oscar, vinti nel 1995 e nel 2013 per la miglior sceneggiatura originale, i due Golden Globe, anche questi vinti negli stessi anni dell’academy, i tre David di Donatello, assegnati dal nostro bel paese nel 1995, 2010 e 2013, e la prestigiosa Palma d’oro di Cannes vinta nel 1994. Un palmares invidiabile quello del registra nato a Knoxville nei primi anni 60. Quentin, conosciuto anche come il maestro, è uno di quei registri che ha influenzato e cambiato il modo di fare cinema. Da sempre amante del cinema italiano e western, per molti affetto da maniacalità per la cinematografia, è riuscito a proporre un modo del tutto originale di fare film attraverso la combinazione di stili diversi al fine di creare un genere tutto nuovo e tremendamente efficace.
Ecco quali sono i suoi cinque film che non dovrebbero mai mancare nella nostra videoteca:

Le iene

Reservoir Dogs è il debutto cinematografico di Tarantino. La trama narra le vicende di un gruppo di rapinatori professionisti che dovrà mettere a segno un colpo per il malavitoso Joe Cabot. La passione per la violenza e per i dialoghi serrati, che caratterizzeranno le successive pellicole di Tarantino, sono già presenti in questo lungometraggio che in italia, in prima battuta, non riscosse un grande successo.
[youtube http://www.youtube.com/watch?v=N8n7R3kEb00]

Pulp Fiction

La consacrazione e i primi prestigiosi premi, la Palma d’oro, l’Oscar e il Golden Globe su tutti, arrivano con Pulp Fiction. Il cast eccezionale è formato da attori del calibro di John Travolta, Samuel L. Jackson, Uma Thurman, Bruce Willis e Tim Roth. La trama del film è caratterizzata dall’intreccio di diverse storie, un tema spesso presente nelle storie di Tarantino come nel film Four Rooms o Sin City, tutte accomunate dalle vicende della malavita degli anni 70’. Memorabili le scene di Mr. Wolf, Ezechiele, 25:17 e il gran mistero del finale che lascia grande spazio all’immaginazione dello spettatore.
[youtube http://www.youtube.com/watch?v=KGAZc0b0Igg]

Kill Bill

Da un’acerba Uma Thurman alla sua maturità. Nella saga di Kill Bill, formata da due capitoli in attesa del terzo previsto per un indefinito futuro, il regista americano ci racconta della storia di una sposa, Black Mamba, colpita nel suo giorno più bello. Da li parte l’avventura della Thurman in cerca della sua vendetta nei confronti di Bill, interpretato da David Carradine, l’uomo che le sparò in testa. La storia nei suoi due capitoli viene raccontata da Tarantino con sfumature diverse. Nella prima pellicola le atmosfere sono orientaleggianti con una propensione alle tematiche del kung-fu mentre nel secondo film si evince tutto un discorso ispirato allo spaghetti-western e a Sergio Leone.
[youtube http://www.youtube.com/watch?v=bNQPy9ofkHU]

Bastardi senza gloria

E’ una di quelle pellicole ideate parecchio tempo prima rispetto alla sua uscita, 2009, in cui inizia un sodalizio cinematografico con l’attore Christoph Waltz che vincerà grazie a Tarantino il Premio Oscar nel 2010 come miglior attore non protagonista. Anche in questa trama sono presenti delle storie che si intrecceranno le une con le altre dove il file rouge è caratterizzato dall’ambito: la Francia della seconda guerra mondiale. Tra le storie più interessanti resta quella del tenente Aldo Raine, magistralmente interpretato da Brad Pitt, che avrà il compito di riunire una squadra speciale di otto soldati ebrei soprannominati i “Bastardi” i quali dovranno massacrare qualsiasi tedesco incontreranno sulla loro strada.
[youtube http://www.youtube.com/watch?v=WmLJmTWHJTE]

Django Unchained

L’ultima opera in ordine di uscita e forse la più riuscita, considerando le 5 nomination all’academy, vincendone due, uno vinto da Christoph Waltz, sempre per esser risultato il miglior attore non protagonista, e l’altro per la miglior sceneggiatura originale. La storia ideata nasce da un tributo al Django di Sergio Corbucci e vede nel cast star quali Jamie Foxx, Leonardo Di Caprio, Christoph Waltz, Samuel L. Jackson e Kerry Washington. La trama, ambientata in Texas, racconta la storia di uno schiavo di colore Django che otterrà la sua liberà e la sua vendetta grazie all’aiuto del dottor King Schultz, un improbabile dentista meglio noto come cacciatore di taglie. Tra le scene più belle il cameo con Franco Nero, il celebre protagonista del Django degli anni 60’.
[youtube http://www.youtube.com/watch?v=uALPPuJcnGQ]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here