Spedizione tramite droni: i primi risultati concreti

Gen 1 • TecnologiaNessun commento su Spedizione tramite droni: i primi risultati concreti

La spedizione effettuata tramite droni è uno degli argomenti più caldi del momento, e sembra che le notizie sui nuovi sviluppi non finiranno a breve.

Il motivo del grande interesse da parte del pubblico è un mix di tecnologia quasi fantascientifica unito al fatto che si sia innescata una sfida tra grandi multinazionali per il dominio di questa fetta di mercato, che si preannuncia molto redditizia.

I nomi più grandi che stanno lavorando per vincere questa sfida sono Amazon, Google e i colossi delle spedizioni UPS e DHL. Ed è quest’ultimo che sembra aver raccolto i primi risultati concreti. Sembra infatti che DHL sia riuscita ad ottenere i permessi per organizzare spedizioni complesse e continuative tramite droni: per il momento si parla sempre di zone ristrette e fuori dai complessi urbani per ovvi motivi di sicurezza.

I droni utilizzati si chiamano Parcelcopter, e raggiungono una velocità massima di 65 chilometri orari e sono in grado di portare a termine consegne a corto e medio raggio. Il banco di prova finale sarà la consegna di medicinali nell’isola di Juist, un’isola tedesca nel Mare del Nord, dove le infrastrutture dei trasporti sono sostanzialmente inesistenti. Tuttora gli approvvigionamenti arrivano via mare, soluzione che presenta non pochi problemi e non è sempre percorribile.

L’utilizzo di droni per effettuare consegne in luoghi difficili da raggiungere potrebbe essere lo sviluppo del futuro. I possibili utilizzi sono però tanti, e specializzarsi in un’area precisa potrebbe essere la soluzione per assicurarsi un’ottima quota di mercato.

Bisogna però sottolineare che prima di vedere questi velivoli a pilotaggio remoto sfrecciare nei cieli delle nostre città ne passerà ancora molto di tempo. Ci sono troppe variabili per il momento che costituiscono degli ostacoli all’ottimo funzionamento e alla sicurezza in piena città. Se abitate quindi in città per il momento per le vostre spedizioni dovrete continuare ad affidarvi ai metodi tradizionali, come il corriere Line Express.

Licenza Creative Commons

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »