Nokia e Apple alla ricerca del prodotto perfetto tra Tablet, Phablet e nuovi Os

Ott 23 • TecnologiaNessun commento su Nokia e Apple alla ricerca del prodotto perfetto tra Tablet, Phablet e nuovi Os

Con le tante novità, Nokia e Apple lanciano la sfida ai concorrenti in attesa del Nexus 5 di Google.


Il tanto annunciato 22 ottobre è arrivato: avevamo già anticipato qui le notizie sugli eventi in programma che sarebbero stati il trampolino di lancio per i nuovi prodotti di Nokia e Apple, e l’attesa non è stata vana.

Alle 9.00 ha inizio la sfida: nell’evento di Abu Dhabi, Nokia ha presentato i suoi nuovi prodotti. La novità più evidente è quella del tanto atteso primo tablet marchiato Nokia, il Lumia 2520 che riprende lo stile e le colorazioni della gamma smartphone omonima: uno schermo più grande da 10,1 pollici e risoluzione 1920×1080 pixel (Full HD), un peso di 615 grammi, processore Qualcom Snapdragon 800 di tipo Quad-core da 2,2 GHz, con memoria interna da 32 GB, espandibile con Micro SD aggiuntiva. Il tablet, con sistema operativo Windows 8.1 RT, monta una fotocamera da 6,7 megapixel con lenti Zeiss. Inoltre, Nokia ha lanciato una cover che dà la possibilità di collegare una tastiera fisica e un touchpad al dispositivo, per trasformarlo così in un vero e proprio laptop.

La casa svedese ha poi presentato i due nuovi “Phablet”: il Lumia 1520, con risoluzione full hd da 1920×1080 pixel, che monta un processore Qualcomm Snapdragon 800 Quad-core da 2,2 GHz, con fotocamera posteriore da 20 megapixel e una memoria da 32 GB con la possibilità di ampliamento con una scheda di memoria MicroSD; e il Lumia 1320, con una definizione di 1280×720 pixel, che monta un Qualcomm Snapdragon S4 Dual-core da 1.7 GHz, una fotocamera da 5 megapixel e una memoria fisica di 8 GB, anch’essa espandibile con microsd.
Il Lumia 1520 dovrebbe essere messo in vendita in Italia per fine 2013 a un prezzo che si aggira intorno ai 700 euro e disponibile con colorazioni colori giallo, bianco, nero e rosso. Per il 1320, invece, non si conosce ancora la data di uscita in Italia e il prezzo statunitense sarà intorno ai 340 dollari. Nokia ha annunciato inoltre l’arricchimento del market di Windows Phone con il lancio di numerose e nuove applicazioni, tra cui le tanto desiderate Vine e Instagram.

Le altre novità Nokia invece riguardano la linea economica Asha, che si arricchisce di nuovi modelli 500, 502, 503 tutti rivolti ad una fascia di pubblico alla ricerca dell’essenzialità, della funzionalità basic e del risparmio. I prodotti infatti si attestano su prezzi rispettivamente di 69 , 89 e 99 dollari; più che popolari per una fascia di clienti che è sempre stata lo zoccolo duro di fedelissimi Nokia.

La sfida è poi continuata allo Yerba Buena Center di San Francisco, dove Apple ha risposto alla concorrente svedese con la presentazione delle sue nuove creature. Tim Cook e Craig Federigh, a suon di slogan “So far, so fast”, hanno elogiato le grandi vendite dei nuovi iPhone in tutto il mondo (per i fan europei bisogna attendere il 25 ottobre) e hanno mostrato l’iPad 5, il nuovo iPad Mini 2, i nuovi Mac Pro e Macbook Pro e hanno annunciato il rilascio gratuito del nuovo Os x Mavericks.
Ma andiamo per gradi: il primo ad essere presentato è il nuovo iPad 5, definito iPad Air, che colpisce soprattutto per il design innovativo, più sottile e più leggero con un peso di soli 453 grammi. Cupertino lo definisce infatti il 20% più sottile e il 28% più leggero dell’iPad di quarta generazione. Il fratello minore iPad Mini 2, invece, più che innovare l’estetica (risulta molto simile al precedente, con schermo di 7,9 pollici) colpisce per l’adozione della tecnologia Retina nel display, resa ancor più interessante dalla risoluzione elevata di 2048×1536 pixel. Per quanto riguarda la potenza e le funzionalità, i due tablet sono molto simili: al processore A7, montato già negli iPhone 5S e 5C, è affiancato un coprocessore M7, che garantisce una velocità 8 volte superiore a prima. Il comparto multimediale è rafforzato dalla fotocamera iSight da 5 megapixel, con risoluzione video HD 1080p.

Una delusione può rappresentare la mancata introduzione della tecnologia “Touch ID”.

Per quanto riguarda la disponibilità: il nuovo iPad Air sarà acquistabile a partire da venerdì 1 novembre, nelle colorazioni argento e grigio siderale, con prezzo di partenza di 479 dollari. Mentre iPad Mini 2 con Retina display invece sarà disponibile entro la fine di novembre al prezzo di partenza di 389 dollari, con la possibilità di aggiungere nuove cover.

Le altre novità Apple riguardano il reparto computer e notebook. Sono stati lanciati infatti i nuovi potentissimi computer Mac Pro con processori Intel Xeon a 4, 6, 8 o 12 core e velocità Turbo Boost fino a 3,9GHz, pensato per grafici, designer e filmaker. Il nuovo computer rappresenta per Tim Cook

la nostra visione del futuro dei desktop professionali: lo abbiamo interamente reimmaginato e abbiamo creato qualcosa di completamente nuovo. Il nuovo Mac Pro racchiude CPU Xeon fino a 12 core, due GPU FirePro, memoria ECC ultraveloce, nuove unità flash PCIe, capacità di espansione Thunderbolt 2 e un design innovativo e più radicale, grande un ottavo del Mac Pro precedente.

Il nuovo Mac Pro sarà messo in vendita a partire da 3.049 euro e sarà disponibile a dicembre.

Dalle importanti migliorie si caratterizza anche la nuova versione dei notebook Macbook Pro, aggiornati con display retina sia a 13 pollici con processore i5 Haswell da 2,4 a 2,6 GHz, memoria da 4 a 16 GB di RAM DDR3 e un prezzo che parte da 1.329 euro; sia a 15 pollici con GPU Intel Iris Pro, sempre da 4 a 16 GB di RAM DDR3, e il prezzo parte da 2.029 euro.
Dulcis in fundo, Apple annuncia il rilascio gratuito nei Mac App store del nuovo sistema operativo OS X Mavericks, che introduce funzioni dedicate agli utenti professionali, supporto ottimizzato per schermi multipli, oltre a nuove tecnologie che permettono di migliorare l’autonomia dei portatili.

La sfida a suon di nuovi prodotti non sembra finire qui: Apple e Nokia sembrano infatti più agguerrite che mai e solo le vendite potranno sancire il vincitore.

Si vedrà se il connubio Nokia/Microsoft darà i frutti sperati per la ripresa, e se Apple riuscirà a mantenere i suoi standard di eccellenza.

Il prossimo appuntamento è fissato per gli ultimi giorni di ottobre, quando sarà lanciato il tanto annunciato Nexus 5 di Google (prodotto da LG) che monterà la nuova versione di Android 4.4 Kitkat.

La corsa all’innovazione non ha mai fine.

Licenza Creative Commons

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »