Google Wallet, il portafoglio digitale secondo Big G

Dic 9 • TecnologiaNessun commento su Google Wallet, il portafoglio digitale secondo Big G

L’azienda di Mountian View prova a rivoluzionare anche il mondo dei pagamenti digitali. Ci riuscirà?


Pagare un caffè con il proprio smartphone? Con Google Wallet si può. E’ più o meno dal lancio del primo telefono cellulare e dalle sua conseguente diffusione capillare che la maggior parte degli utenti ha iniziato a sognare di effettuare, un giorno non troppo lontano, pagamenti attraverso il proprio dispositivo portatile. Le ragioni di questo “desiderio” non sembrano basarsi su particolari teorie socio-economiche, quanto piuttosto sul fatto che dimensioni sempre più ridotte e funzioni sempre più “smart” hanno reso il telefono cellulare un oggetto universale, l’unico di cui davvero gli utenti faticano a fare a meno.

Nonostante le premesse incoraggianti, sono state poche le aziende che hanno investito in maniera concreta nella smaterializzazione del portafoglio a favore di una soluzione universale. Tra queste, però, Google rappresenta probabilmente l’eccezione più innovativa. E’ con Wallet che l’azienda di Mountain View, in collaborazione con MasterCard e Citi, ha lanciato negli Stati Uniti un nuovo servizio di pagamento virtuale dedicato agli smartphone Android dotati di tecnologia NFC (Near Field Communication).

Agli occhi degli utenti, Google Wallet appare come una delle tante app legate a servizi analoghi, primo tra tutti quello di PayPal. Infatti, alla base del suo funzionamento vi è sempre la registrazione di una carta di credito compatibile (PayPal permette la registrazione anche di conti correnti bancari ed alcune carte ricaricabili come Poste Pay, nda). La differenza sostanziale, però, si riscontra nella integrazione con la tecnologia NFC che rende il proprio dispositivo compatibile con le “basette” PayPass di MasterCard.

Basterà, dunque, avvicinare il proprio dispositivo alla basetta e confermare il pagamento per addebitare la transazione sulla propria carta di credito.

Con Google Wallet, dunque, avviene una vera propria smaterializzazione della propria carta di credito, con tutti i pro e contro (compresa la necessità di dover bloccare la carta in caso di smarrimento del proprio smartphone). Nel caso in cui non si disponga di una carta di credito compatibile, Google ha recentemente lanciato la sua Google Wallet Card, ossia una soluzione ricaricabile completamente compatibile con il servizio di pagamento digitale.

Al momento, Google Wallet risulta essere compatibile soltanto sul territorio statunitense, mentre mancano ancora notizie ufficiali sulla sua introduzione in Europa (che in ogni caso dovrebbe essere graduale partendo da Paesi come il Regno Unito, la Germania e la Francia).

Licenza Creative Commons

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »