Jovanotti torna con un nuovo attesissimo disco, Lorenzo 2015 CC.

Mar 21 • SpettacoliNessun commento su Jovanotti torna con un nuovo attesissimo disco, Lorenzo 2015 CC.

Lorenzo Jovanotti Cherubini e il suo ottovolante musicale; il cantautore torna con “Lorenzo 2015 CC”

E’ uscito il 24 febbraio 2015 “Lorenzo 2015 CC” il nuovo attesissimo album di Jovanotti, il tredicesimo della sua carriera, a cui si aggiungono cinque dischi live e cinque raccolte.
A quattro anni di distanza dall’album doppio “Ora”, Jova ha compiuto un passo ancora più generoso sul piano artistico non solo per il numero delle tracce, ma anche per i generi toccati e per il livello degli interpreti coinvolti.

“Lorenzo 2015 CC.” ha una turbina a geometrie musicali variabili, che sfreccia con le sfumature della black music (funk, r’n’b, afro-beat, hip-hop), passando per l’EDM, il sinth-pop e il rock, arrivando infine ai ritmi sudamericani e alla world-music.

Le fasi di produzione e registrazione, che si sono svolte tra Italia, Francia e USA, hanno visto la regia determinante di Michele Canova Iorfida e uno stuolo di ospiti di caratura internazionale come Bombino, Manu Dibango, The Antibalas e Sinkane, a cui si sono aggiunti anche i batteristi Daru Jones, Omar Hakim e Mark Guiliana. Jovanotti, inoltre, ha coinvolto nella sua scuderia anche due “nuove” leve del cantautorato italiano: Vasco Brondi e Zibba.

LEGGI ANCHE: I concerti più attesi del 2015

Nelle 30 canzoni (o nelle 18, se preferite la “short version” dell’album) gli ascoltatori potranno apprezzare un trend che già si era manifestato con “Ora”, un lavoro incline ad aperture electro-pop e alle esplorazioni tra hip hop, ritmi in levare, funk, dub e world music.

La nuova forma è reticolare, si può passare da una parte all’altra, saltare, compilare come si vuole e in fondo non è neanche poi così nuova. A me fa venire in mente il gioco della campana. Mi piacerebbe che fosse percepito così.

Niente più quella cosa rotonda che un tempo si chiamava disco, dunque. E quindi perché no, dieci, venti, trenta, lui ha messo i pezzi che aveva e che gli sembravano pronti per iniziare questo nuovo viaggio che avrà un clamoroso proseguo con il già annunciato tour negli stadi (tra cui ben tre date allo stadio degli stadi della musica che è San Siro).

Inside “Lorenzo 2015 CC.”

lorenzo 2015 CC

Ecco un assaggio di alcune tracce di Lorenzo 2015 CC:

  • L’alba: partenza dell’album con un testo strappalacrime, davvero intenso;
  • Sabato: un brano che le radio hanno suonato così tanto da trasformarlo in un classico a tempo di record;
  • Tutto acceso: pronti a ballare tutti al live;
  • Musica feat. Manu Dibango: si balla ancora di più, c’è l’Africa e c’è Londra, la forza del ritmo, il mondo che si complica e la musica che riesce ancora ad essere una tavola da surf per stare in equilibrio sulle onde;
  • Le storie vere, sulla scia di A te e Le tasche piene di sassi, romanticismo lorenziano;
  • Ragazza magica: una dedica allegra alla donna della vita, a quella lei che quando appare nelle canzoni di Lorenzo scatta la magia.
  • L’estate addosso: nata per l’omonimo film di Gabriele Muccino. Il film si farà, la canzone non poteva aspettare… l’estate è alle porte (il testo è scritto a quattro mani con Vasco Brondi “il più bravo di quelli nuovi” secondo Lorenzo).
  • Gli immortali: la traccia 8 degli album è importantissima, da tradizione. E “Gli immortali” è stato rilasciato come singolo in tutte le radio da venerdì 27 febbraio e parla di quel momento lì, di quell’attimo, di quel brivido, di quella cosa che ci succede in certi passaggi della vita. Essere vivi, esserlo adesso;
  • Pieno di vita: «questa è una delle canzoni migliori che ho scritto», parola di Lorenzo;
  • Il mondo è tuo (stasera): sarà stato il tour negli stadi, sarà che ci stiamo per tornare, ma in certe canzoni del disco sembra proprio di essere già lì;
  • E’ la scienza, bellezza!: qualcosa del sound di Manchester anni ‘90, qualcosa di Lorenzo classico, qualcosa di mai sentito prima. «Si procede per esperimenti». Questa canzone farà da sigla al Motomodiale del 2015;
  • L’astronauta: un racconto di fantascienza a fumetti in bianco e nero, per parlare di lontananza, per parlare d’amore;
  • Libera: quella bimba a cui cantava «ninna na ninna e» è diventata grande;
  • Il cielo immenso: c’è una donna, l’amore, una perdita, una rinascita;
  • Caravan story: scrittura cinematografica per il racconto di una storia in piano sequenza;
  • Con uno sguardo: si mischiano i piani sonori, si balla l’amore, col sorriso sulle labbra e un esplosione rhythm’n’blues futuristica;
  • Perché tu sei: in questo disco convivono canzoni che nel disco di chiunque altro scatenerebbero una rissa. In Lorenzo 2015 CC stanno insieme come pane e burro (cit. da Forrest Gump)
  • Insieme: cos’è questa canzone? Un inno, una fuga dalla realtà? Il finale di un concerto? È “insieme” e non c’è niente da spiegare;

E poi le altre: Melagioco feat. Antibalas, Il vento degli innamorati, Un bene dell’anima, Si alza il vento feat. Bombino, Una scintilla, E non hai visto ancora niente, La Bohéme, All the people feat. Sinkane, Fondamentale, Il riparo, Gravity, 7 miliardi.

LEGGI ANCHE: Jovanotti negli stadi: 20mila all’Arechi di Salerno

Se non l’avete già fatto, potete ascoltare l’album su Spotify. Vale la pena!

 

Licenza Creative Commons

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »