Il 2015 di Netflix, tra ritorni e nuove produzioni

Gen 15 • SpettacoliNessun commento su Il 2015 di Netflix, tra ritorni e nuove produzioni

The Fall, House of Cards, Orange Is The New Black e tanto altro. La nuova stagione di Netflix con importanti novità, anche per l’Italia.

Col 2015 inizia una nuova stagione di cinema e serie televisive, e con Netflix continua la rivoluzione cinematografica che riguarda soprattutto il modo in cui gli spettatori possono guardare i nuovi film, e non solo.

Cos’è Netflix?

Innanzitutto, è opportuno precisare che negli Stati Uniti questa domanda non ha quasi ragione d’essere posta; in gran parte d’Europa, Italia compresa, invece sì. Netflix è una società statunitense di noleggio DVD e videogames online che, negli ultimi anni, ha ampliato i suoi orizzonti abbracciando anche il settore dello streaming (legale) e dei servizi on demand. In pratica, pagando un abbonamento, Netflix permette di noleggiare una quantità illimitata di DVD e vedere i film (anche quelli più recenti) in streaming sul proprio computer. Il tutto tramite l’ausilio del servizio postale, che serve per l’invio e la restituzione dei prodotti.

Se questo non bastasse a rendere chiara la portata del lavoro svolto negli ultimi anni dalla società americana, potrebbe risultare utile pensare ad alcuni dei prodotti originali di Netflix.

Si tratta di serie tv che hanno ottenuto un grande successo negli States, ma anche da noi: “House of Cards” e “Orange Is The New Black” sono le più famose, ma anche la sesta stagione di “Star Wars: The Clone Wars” e la quarta di “The Killing”, serie già mandate in onda da altre emittenti negli scorsi anni e acquistate recentemente proprio da Netflix.

LEGGI ANCHE: “House of cards”: ecco il trailer della terza stagione

Il programma del 2015

Tra i prospetti del 2015, Reed Hastings e David Wells – rispettivamente presidente/amministratore delegato e direttore finanziario della società – figura senz’altro quello di espandersi anche al di fuori del continente americano. Attualmente, Netflix conta più di 50 milioni di abbonati, di cui oltre due terzi sono concentrati negli Stati Uniti.
L’obiettivo, come è facilmente intuibile, è quello di entrare anche nelle altre culture del mondo, a partire dall’Europa.
Non è un segreto, ad esempio, che proprio a partire dal 2015, Netflix giungerà anche in Italia in merito all’accordo raggiunto con Telecom.

Ma aumentare le pretese significa anche estendere il programma e i servizi messi a disposizione. Per questo, Netflix ha previsto per l’anno corrente una produzione – originale e non – molto ampia che fa leva ancora una volta sulla forza e il fascino delle serie tv.

The Fall

A partire dal 16 gennaio riprende “The Fall”, la serie targata BBC che ha già conosciuto un buon seguito nelle sue prime due stagioni.
Ambientato in Irlanda, “The Fall” racconta le indagini della polizia locale e le vicende che coinvolgono direttamente l’affascinante detective Stella Gibson (interpretata da Gillian Anderson), chiamata ad incastrare il serial killer Paul Spector (Jamie Dornan), colpevole di una serie di omicidi di donne single e in carriera nella città di Belfast.

House of Cards

Servirà più pazienza, invece, per tornare a seguire “House of Cards”, una delle serie più attese dell’anno nonché uno dei prodotti originali meglio riusciti e più noti di Netflix. Nelle prime due stagioni, il telefilm ha ricevuto moltissime critiche positive anche grazie alle interpretazioni dei due protagonisti: Kevin Spacey, che ha recentemente vinto il Golden Globe come miglior attore in una serie drammatica, e Robin Wright.
La serie è ambientata nell’odierna Washington, dove si intrecciano numerosi intrighi e sotterfugi politici. Il protagonista, Frank Underwood è un deputato del Partito Democratico la cui campagna elettorale ha permesso a Garret Walker di diventare Presidente degli Stati Uniti. Questi non mantiene la promessa fatta ad Underwood: nominarlo Segretario di Stato. Desideroso di vendetta e spinto da una forte ambizione, il deputato democratico comincia ad orchestrare una serie di piani atti a sostituire il suo rivale al vertice della Casa Bianca. Da sempre appoggiato dalla moglie Claire, nell’imminente terza serie Underwood riesce nell’impresa, ma si trova ad affrontare pesanti tensioni familiari proprio con la sua consorte.

Unbreakable Kimmy Schmidt

Il 6 marzo parte una nuova produzione targata Netflix. “Unbreakable Kimmy Schmidt” racconta la storia di una ragazza (interpretata da Ellie Kemper, già al fianco di Cameron Diaz in “Sex Tape”) che cerca di ripartire con la sua vita trasferendosi a New York.
La commedia, prodotta da Tina Fey e Robert Carlock, prevede 13 episodi ed è uno dei punti forti della primavera 2015 di Netflix.

Bloodline

Altro cavallo di battaglia primaverile è “Bloodline”, una serie drammatica impreziosita dalla partecipazione di Sam Shepard e Sissy Spacek. I due protagonisti si trovano alle prese con i complicati rapporti che sono costretti a gestire col figlio, vera pecora nera della famiglia.

Marvel’s Daredevil

Una delle scommesse più interessanti e suggestive di Netflix nel 2015 è “Marvel’s Daredevil”, la serie ideata da Drew Goddard incentrata sul personaggio dei fumetti di Stan Lee. Il volto e la maschera di Matt Murdock (l’avvocato-supereroe che agisce sotto lo pseudonimo di Daredevil) stavolta portano il nome di Charlie Cox, che ha già partecipato a film come “Legacy” e “La teoria del tutto”, quest’ultimo possibile protagonista alla prossima cerimonia degli Oscar.

LEGGI ANCHE: Oscar 2015, i film in odore di statuetta

Grace and Frankie

Dalla mente di una delle creatrice di “Friends“, Marta Kauffman, arriva un’altra commedia “all’americana”. “Grace and Frankie” è la storia di due donne mature (Jane Fonda e Lily Tomlin) le cui vite si stravolgono quando i rispettivi mariti annunciano loro di essere innamorati l’uno dell’altro.

Orange Is the New Black

In estate sarà il turno di una delle serie più seguite dello scorso anno. Arrivata alla terza stagione, “Orange Is the New Black” è la storia di Piper Chapman (Taylor Schilling), originaria del Connecticut ma residente a New York. La donna è stata condannata a scontare una pena di un anno e tre mesi nel carcere femminile di Litchfield per aver trasportato una borsa colma di soldi di provenienza illecita; incarico attribuitole da Alex Vause, ricercata trafficante di droga e sua ex amante.
Una serie tutta al femminile, giudicata da molti controversa per la tipologia di argomenti che affronta e per la stessa ambientazione. Tuttavia, proprio la delicatezza del tema trattato e la varietà di personalità rappresentate dalle diverse detenute sono stati i punti forti del telefilm, che è stato molto apprezzato tanto da fare incetta di premi ai Critics’ Choice Television del 2014.

Licenza Creative Commons

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »