Coming soon: i film in sala questo week-end

Dic 19 • SpettacoliNessun commento su Coming soon: i film in sala questo week-end

Dal terzo capitolo della trilogia de Lo Hobbit a Il ragazzo invisibile di Gabriele Salvatores. Tutto quello che c’è da vedere nelle sale questo fine settimana.

Tra i film in uscita questa settimana spiccano Lo Hobbit – La Battaglia delle Cinque Armate, terzo ed ultimo capitolo della trilogia ispirata al romanzo di Tolkien, e l’ultimo lavoro di Gabriele Salvatores, Il ragazzo invisibile. Ma non solo: tra film natalizi e commedie romantiche, ecco cosa offrono le sale cinematografiche italiane questo week-end.

Lo Hobbit – La Battaglia delle Cinque Armate

Dopo il successo ottenuto dalla trasposizione cinematografica della trilogia de “Il Signore degli Anelli” (che spopolò tra il 2001 e il 2003), continua la fortuna sul grande schermo delle opere di J.R.R Tolkien. Stavolta tocca all’ultimo capitolo di un’altra trilogia, quella ispirata a “Lo Hobbit”, romanzo pubblicato dallo scrittore britannico nel 1937, quasi vent’anni prima della pubblicazione de Il Signore degli Anelli. Lo Hobbit, infatti, precede le vicende narrate nella trilogia pubblicata negli anni Cinquanta del secolo scorso. Oggi, a un decennio di distanza dal successo de Il Signore degli Anelli, ecco che si conclude anche questa trilogia, diretta da Peter Jackson e che ha ottenuto un buon riscontro già per i capitoli precedenti, Un viaggio inaspettato e La desolazione di Smaug, usciti rispettivamente nel 2012 e nel 2013.
Con La Battaglia delle Cinque Armate si concludono quindi le avventure di Bilbo Baggins, Thorin Scudodiquercia e la Compagnia dei Nani.

Il ragazzo invisibile

Dai produttori de La Grande Bellezza, arriva al cinema il nuovo film del Premio Oscar Gabriele Salvatores, che questa volta si cimenta con una materia per lui poco abituale: il sovrannaturale.
Il ragazzo invisibile è la storia di Michele, un adolescente non molto popolare a scuola, preso di mira da alcuni bulli e innamorato di Stella, una sua compagna di classe. Ignorato anche da lei, Michele desidera di diventare invisibile; un desiderio che, un giorno, diventa realtà…

Big Hero 6

Big Hero 6, film d’animazione statunitense, racconta la storia di Hiro Hamada, bambino esperto ed appassionato di robot. Insieme ai suoi amici, Hiro si troverà ad affrontare una pericolosa situazione per le strade di San Fransokyo. Ad aiutarlo sarà soprattutto il suo “robot di fiducia”, Baymax, che trasforma il gruppo di ragazzini in una squadra tecnologica.
Tra i doppiatori italiani del film figurano Flavio Insinna e Virginia Raffaele.

Jimmy’s Hall

Ambientata nel 1932, la pellicola di Ken Loach racconta la storia di Jimmy Gralton, tornato in Irlanda dopo dieci anni di esilio negli Stati Uniti. A un decennio dalla Guerra Civile, Jimmy ritrova il suo paese d’origine in mano ad un governo autonomo che gli permette di aprire il suo vecchio locale, l’“Hall”. Portato avanti con idee progressiste, il locale apre a tutti e ritrova un immediato successo scatenando l’ira dei vecchi nemici di Jimmy, la Chiesa e i proprietari terrieri.

Un Natale stupefacente

L’altra proposta italiana del week-end porta il nome di Volfango De Biasi e l’interpretazione della coppia comica Lillo e Greg. Poco prima di Natale, i due protagonisti devono prendersi cura di loro nipote, un bambino di 8 anni i cui genitori sono stati arrestati per errore. I due zii sono entrambi impreparati ad adempiere al compito, anche se per motivi molto diversi tra loro. Greg è un single rockettaro che si affida ai consigli di Genny (Ambra Angiolini). Lillo, che ha appena divorziato con la moglie (Paola Minaccioni) cerca di “usare” il bambino per riconquistarla. I due, inoltre, sentono continuamente il fiato sul collo di due assistenti sociali (Francesco Montanari e Riccardo De Filippis) le cui visite di controllo sono foriere di strani ed esilaranti avvenimenti.

Gli altri film in uscita questa settimana sono “L’amore bugiardo – Gone Girl” di David Fincher, “St. Vincent” di Theodore Melfi e il film d’animazione “Un gatto a Parigi” di Jean-Loup Felicioli e Alain Gagnol.

Licenza Creative Commons

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »