Coming soon, ecco i film in sala nel week end

Ott 23 • SpettacoliNessun commento su Coming soon, ecco i film in sala nel week end

Da “Guardiani della galassia” a “Soap Opera”: cosa vedere al cinema questo fine settimana

Un documentario sugli Spandau Ballet, un nuovo film Marvel, un singolare progetto cinematografico americano e la nuova commedia con Fabio De Luigi: questo e altro offrirà il week-end al cinema in Italia.

Soul Boys of the Western World: Spandau Ballet – il film

Il film documentario sugli Spandau Ballet, gruppo musicale degli anni ’80, è già nelle sale dal 21 ottobre. Il progetto porta la firma del regista George Hencken e ovviamente vede la partecipazione dei veri protagonisti, Tony Hadley e gli altri componenti della band britannica. Perfetto per chi, questo week-end, ha voglia di tuffarsi nel passato e lasciarsi andare alla malinconia degli anni ’80 nel buio di una sala cinematografica…

Guardiani della galassia

Eroismo e tanta ironia nel nuovo film Marvel, targato James Gunn. In “Guardiani della galassia”, un gruppo improvvisato di “teppisti” è chiamato a salvare la galassia dalla minaccia del malvagio Ronan. La classica ricetta con qualche ingrediente in più che vede un esploratore (Chris Pratt), un procione armato (con la voce di Bradley Cooper), un umanoide dalla forma di un albero (Vin Diesel), una sensuale eroina (Zoe Saldana) e lo spaventoso Drax il Distruttore (David Bautista) ritrovarsi ad unire le forze per difendere l’universo dal male.

Boyhood

Il progetto più singolare e atteso del week-end è sicuramente quello del regista statunitense Richard Linklater. Il suo film, “Boyhood”, è la storia di un ragazzo, seguito, letteralmente, nella sua crescita dai sei ai dodici anni. Infatti, Linklater iniziò a girare questo film nel 2002, quando il protagonista, Ellar Coltrane (Mason Evans nella storia) aveva appena sei anni. Da allora, Linklater ha avuto la costanza di riunire lo stesso cast per ben dodici anni, facendo crescere il suo progetto insieme ai protagonisti del film e agli stessi interpreti. Proprio per questa sua particolarità, che dà alla pellicola un forte realismo e una grande veridicità, il progetto di Linklater è stato molto apprezzato, soprattutto dalla critica americana. La storia in sé tratta della crescita di un bambino, Mason Evans appunto, che passa tra molti ostacoli, tra cui il divorzio dei genitori e i rapporti difficili con la sorella Samantha. Per capire la mutevolezza a cui è stato soggetto il film, basta rifarsi alle parole dello stesso regista che conferma la presenza di un forte sfondo sociale e politico alle spalle delle vicende che coinvolgono i protagonisti:

E’ conseguenza dell’aver girato in un territorio preciso. Il film è un potente registratore del presente. Ci sono fatti che da bambino ti restano dentro: l’elezione di Obama è uno di questi. A scandire i momenti ci sono i film, da Harry Potter a Star Wars e le canzoni di gruppi: Weezer e Coldplay durante l’infanzia di Mason, Arcade Fire e Daft Punk a fine film”.

La data di uscita nelle sale italiane di Boyhood è il 23 ottobre.

Buoni a nulla

Il 23 ottobre è anche la data di uscita di “Buoni a nulla”, il nuovo film di Gianni Di Gregorio. La commedia italiana si inserisce nel contesto della sociale attuale, ma focalizza tutta l’attenzione sulle ingiustizie subite dai singoli, da quelle persone che proprio non riescono a ribellarsi neanche alle più piccole cose. Come Gianni (interpretato dallo stesso Di Gregorio), un anziano dipendente pronto ad andare in pensione, ma costretto ancora a lavorare, e Marco (interpretato da Marco Mazzocca). I due cercheranno di andare contro la loro indole gentile e, insieme, a trovare la forza di farsi rispettare.

Il sale della terra

Partendo dall’esperienza reale del fotografo brasiliano Sebastiao Salgado, Wim Wenders e Juliano Ribeiro Salgado (figlio del fotografo) raccontano il mondo visto dall’obiettivo del protagonista, testimone di alcuni degli avvenimenti più importanti della storia contemporanea. Il film è animato soprattutto dalla scoperta di territori inesplorati e di popolazioni (e tribù) semisconosciute che arricchiscono la “storia infinita dell’umanità”.

Soap Opera

Dopo “La peggior settimana della mia vita” e “Il peggior Natale della mia vita”, torna nelle sale la premiata ditta Genovesi-De Luigi-Capotondi. In “Soap Opera”, i personaggi si ritrovano in situazioni paradossali che nessuno sognerebbe mai di vivere davvero. Situazioni, appunto, da soap opera.
Per chi ama la comicità di Fabio De Luigi e il fascino di Cristiana Capotondi.

The Judge

Il regista statunitense David Dobkin unisce lo spirito e la spavalderia di Robert Downey Jr. alla saggezza di Robert Duvall in “The Judge”. Il film racconta la storia di un avvocato difensore di criminali (Downey Jr.) che torna nella sua piccola cittadina in occasione dei funerali della madre. Qui ritrova il padre, un onesto e stimato giudice (Duvall), con il quale non ha buoni rapporti. I due saranno legati da un incidente che coinvolge il giudice, accusato di aver investito un criminale che lui stesso aveva condannato vent’anni prima. L’avvocato deciderà di non tornare in città per difendere il padre, anche perché è l’unico a credere nella sua innocenza.

The Third Person

Un modo diverso di raccontare l’amore. E’ questo l’obiettivo principale del regista Paul Haggis, premio Oscar per la Sceneggiatura di “Crash”. In “The Third Person”, il sentimento che anima quasi tutti i film (e non solo) è diviso in tre relazioni vissute in altrettante città: Roma, Parigi e New York. Lo stesso regista spiega così la sua opera:

Le tre storie rappresentano l’inizio, la relazione in sé e la fine di questa. La coppia in Italia è l’inizio, Parigi è il durante e New York è la fine.

http://youtu.be/aJvXXqfUH-M

Licenza Creative Commons

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »