“Colazione da Tiffany” torna al cinema per la festa di San Valentino

Feb 14 • SpettacoliNessun commento su “Colazione da Tiffany” torna al cinema per la festa di San Valentino

L’intramontabile film, vincitore di due premi Oscar, torna sul grande schermo solo per un giorno in versione restaurata

Grazie alla Nexo Digital Video, solo per oggi, giorno di San Valentino, molte sale cinematografiche riproporranno la pellicola in versione restaurata e digitalizzata in 4k.

Tratto dal celebre romanzo di Truman Capote e portato sul grande schermo da Blake Edwards, “Colazione da Tiffany” è la favola newyorkese per eccellenza, con uno dei baci più belli della storia del cinema, quello tra Audrey Hepburn e George Peppard. Come si può leggere nel comunicato stampa pubblicato sul sito della Nexo Digital, “Colazione da Tiffany” è

Una storia che continua ad emozionare perché celebra quell’amore romantico di cui in fondo, pragmatici figli del nostro tempo, finiamo per essere ancora un po’ cultori: leggero ma fatale scontro di destini e di personalità, favola newyorkese, con uno tra i baci più belli e magici della storia del cinema

A più di cinquant’anni dalla sua uscita, resta immutato il fascino del personaggio interpretato da Audrey Hepburn, Holly Golightly, modella e escort d’alto bordo, amante della mondanità che, pur di non abbandonare l’alta società, è disposta a sposare un uomo ricco che però non ama.

A stravolgere i suoi piani l’incontro con il giovane scrittore Paul Varjac, suo vicino di casa. Lei superficiale e spensierata, lui cinico e concreto, due personaggi molto diversi che, come in ogni storia che si rispetti, finiranno con l’innamorarsi l’una dell’altro.

Uscito nel 1961, ottenne grande riconoscimento della critica, conquistando l’Oscar per la Migliore Colonna Sonora e per la Miglior Canzone con Moon River di Henri Mancini. 

Celeberrima la scena in cui Audrey Hepburn la intona, seduta sul bordo della finestra e suonando una chitarra. Una scena che con piacere riproponiamo.

http://youtu.be/qGJESxnKqYY

Licenza Creative Commons

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »