Ecco perché sei così stressato

Mar 18 • SaluteNessun commento su Ecco perché sei così stressato

Quando torni a casa non hai nemmeno la forza di lamentarti della pessima giornata che si è appena conclusa? Scopriamo insieme perché

Quante volte ti hanno suggerito la “diagnosi” ma hai fatto orecchie da mercante? Quante volte ti sei sentito soffocare ed hai iniziato a sudare anche se fuori c’erano -4°? Prima di pensare al peggio, fermati un attimo e rifletti: e se fosse stress?

Lo stress è subdolo, non manda un preavviso, non è preceduto da sintomi particolari, eppure riesce ad insediarsi nel nostro cervello cambiando il corso delle nostre giornate.

LEGGI ANCHE: Come mantenere la calma e lavorare sotto pressione

Ma come si affronta, ma soprattutto, come si possono individuarne le cause scatenati? Esistono migliaia di elementi scatenanti, noi ne abbiamo selezionati alcuni per te.

Il partner

Sorpreso? Ma come, il tuo partner, quello con cui condividi ogni segreto più nascosto, da cui avrai sempre una spalla su cui piangere, quello che ami da morire, è fonte di stress? Si, esatto, ed è anche evidente, in realtà. I rapporti sentimentali sono difficili da gestire, costruire il proprio futuro insieme, decidere se andare a convivere, organizzare il matrimonio, avere un figlio, crescere un figlio.

Pensi davvero che tutto questo non produca una mole enorme di stress

Le piccole cose

Sembra strano ma a volte sono proprio le cose più insignificanti che possono causare lo stress. Dalla piccola discussione con un cassiere antipatico al perdere più di mezz’ora alla disperata ricerca di un parcheggio, i motivi per cedere alla rabbia sono innumerevoli.

Il motivo? Molto spesso queste piccole cose fanno leva proprio sulle nostre paure, come ad esempio la paura di essere irresponsabile, di essere vittima di bullismo ma anche quella di essere perennemente in ritardo.

Facebook

Sembra che, secondo uno studio della Pew Research Centre, Facebook e altri social network siano causa di stress. Ti starai chiedendo sicuramente perché e la risposta è molto semplice: su Facebook i tuoi amici sembrano sempre felici, girano per il mondo… e tu sei sempre chiuso nel tuo ufficio.

Ciò comporta una distrazione dalle cose che realmente devi fare e il ritorno alla realtà è molto spesso motivo di stress.

Niente va secondo i tuoi piani

Hai programmato che per andare a lavoro ci avresti messo appena 10 minuti, così da poterti concedere quella mezz’ora in più giusto per recuperare le nottate di sonno arretrato.

Ma non avevi considerato la pioggia, il traffico, il genio che blocca un intero incrocio perché ha trovato la patente in una busta di patatine.

Ti sembra una stupidaggine? Prova a inserirla in una giornata piena di intoppi e dimmi se lo stress sale oppure no.

LEGGI ANCHE: Cosa mangiare e cosa evitare quando sei malato

Multi-tasking

Ebbene sì, questa parolina magica non appartiene solo agli smartphone o agli iPad, ma con il tempo riesce sempre di più a far parte delle abitudini.

Il Multi-tasking non è altro che fare più cose contemporaneamente e tu a stento ricordi quando è stata l’ultima volta che hai respirato in maniera consapevole.

In conclusione, per arrivare all’estate con un briciolo di sanità mentale, cerca di goderti le imminenti vacanze di Pasqua in totale relax.

Licenza Creative Commons

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »