Cosa non può mancare nel vostro guardaroba autunnale

Ott 6 • ModaNessun commento su Cosa non può mancare nel vostro guardaroba autunnale

Volete un armadio alla moda? Ecco di cosa non potete fare a meno

Cosa hanno in comune i Tre moschettieri, Capitan Uncino e Jane Fonda nel film Barbarella, di cui era protagonista? Esatto: gli stivali cuissardes. Bassi o altissimi, in vernice, suéde o pelle matelassé, sono perfetti per donne con gambe lunghe ed esili.

Protagonisti indiscussi delle passerelle autunnali e invernali sono gli stivali cuissard, ovvero quelli che arrivano sopra al ginocchio; sportivi o dotati di ginocchiere in pelle trapuntata per Chanel, con inserti denim per Fendi, mentre per Valentino e Dior la parola d’ordine è rasoterra.

de-vincenzo-f14-021Perfetto per questo periodo è il tartan, che ha caratterizzato le ultime stagioni della moda, dallo stunning revival dello scorso inverno alle passerelle estive, in perenne evoluzione. Sfumature del marrone e del grigio dominano i cappotti di Max Mara e di Haider Ackerman, e donano un look ultra sofisticato. Veronique Branquino ha deciso di abbinare una blusa di lana tartan ad una lunga gonna di lurex, mentre Marco De Vincenzo ha osato sovrapporre plaid differenti con altri tessuti (composti di lana e lurex insieme) in una delle sfilate più interessanti di questo autunno/inverno.

armani_quadro1I veri must di questa stagione sono però i soprabiti. Il cappotto si presenta lungo, lineare, quasi “rubato” dal guardaroba di lui. Da Dior a Céline, fino a Emporio Armani, sulle passerelle dei più grandi stilisti hanno sfilato cappotti che sembrano usciti direttamente da Savile Row, la via londinese dei sarti da uomo, tra le più famose al mondo. Un po’ di durezza nelle linee, forse, ma è la legge della semplicità che non lascia spazio a fronzoli ed eccessi, e che riporta tutto a un’eleganza discreta. Vince il tessuto, come il cachemire e le lane gessate, ma con molta libertà nella scelta del colore: non solo nero o grigio, ma anche bianco, cammello e sfumature polverose; un tema, questo, che soddisfa tutte quelle donne che non si lasciano convincere dal grande trend di stagione, e preferiscono un monopetto o doppiopetto asciutto e classico.

dolce-e-gabb-f14-009Grande protagonista di quest’anno è la cappa, romantica come quelle presenti nelle fiabe, che raggiunge livelli eccelsi con Dolce & Gabbana. La mantella ampia, realizzata in un verde intenso come quello degli alberi e dei boschi, e decorata con figure di volpi ed uccelli, ci fa sentire come nella favola di Cappuccetto Rosso. La scelta, però, è molto ampia: corta, lunga, in maglia, in piumino, in pelliccia, oppure con cappuccio e ricamata. Non è certo una novità l’utilizzo della cappa come alternativa al cappotto; da anni ormai è considerata come uno dei capispalla da avere per affrontare i primi freddi.

Da tenere d’occhio la rivisitazione del trench di Burberry Prorsum, l’effetto cocoon di Comme Des Garcons, lunga e in pelle a fantasia quella di Valentino, corta un po’ sixties nella versione di Saint Laurent.

Un vero must have di questa stagione, per uno stile più chic, romantico e dal vago sapore retrò.

Licenza Creative Commons

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »