Vuoi lavorare in una big company? Dovrai rispondere a queste bizzarre domande

Mar 24 • LavoroNessun commento su Vuoi lavorare in una big company? Dovrai rispondere a queste bizzarre domande

Professionalità e competenze non sono le uniche cose richieste.

Il colloquio di lavoro. Bastano queste due parole per far gelare il sangue della maggior parte delle persone. Chi non ricorda quelli fatti, le paure, i timori, l’agitazione, quella sensazione di essere in balia degli eventi, aspettando quell’insperato riscontro positivo (sono pienamente d’accordo con te, meglio non rivangare). Ma se pensi che un colloquio sia solo questo ti sbagli. Le job interview dei colossi internazionali nascondono anche un lato spiritoso, meglio dire singolare. Tra le tante domande su studi, esperienze passate, skills, potrebbero toccarti domande molto meno professionali, domande al limite del ridicolo.

LEGGI ANCHE: Come muoversi nel mercato del lavoro oggi

Fatte spesso con fini psicologici, indagano il carattere, dimostrando la capacità di adattamento del candidato. Saprai resistere al disagio e rispondere? Scoprilo adesso

Se ti venisse chiesto di scaricare un Boeing 747 di caramelle, cosa faresti? – colloquio per IT Support in Bose

jellybelly

No, come vedi dal tipo di colloquio non stiamo parlando di dolciumi. Anche se fatichiamo a comprendere il legame tra information technologies e caramelle, ti assicuro che c’è, non so di preciso dove, ma c’è. Un unico consiglio: non rispondere che le mangeresti!

Perché la terra è rotonda? Ingegnere software in Twitter

earth round

Domanda tra lo scientifico ed il filosofico. I più esperti diranno fatta per capire l’apertura mentale del candidato, altri per comprendere se abbia almeno frequentato la scuola superiore. Scherzi a parte i quiz sulla cultura generale visti in qualche reality ci dicono che sono domande meno scontate del previsto

Chi vincerebbe una lotta tra Batman e Spiderman? Medico alla Stanford University

batman spiderman

Una domanda “amletica” che milioni di bambini si sono da sempre posti, una domanda che forse non trova risposta: meglio i sensi da ragno o la tecnologia dell’uomo pipistrello? Intendiamoci, non sono chiacchere da bar tra amanti del fumetto.

Quante persone hanno volato da Chicago l’anno scorso? Ingegnere software in Redbox

chicago airport

Ecco il quesito capace di spezzare il morale anche al più baldanzoso dei candidati. Immaginati la scena, parte la domanda ed il volto del candidato immediatamente diventa di pietra. L’occhio diventa spaesato e la voce singhiozza, consapevole dell’impossibilità di conoscere la risposta… sempre che non siate parenti di un addetto alla sala controllo dell’aeroporto della cittadina americana.

Cosa hai mangiato a colazione? Sale associate in Banana Republic

breakfast

La più psicologica tra le domande, una di quelle che dalle tue abitudini vuole estrapolare una miriade di informazioni sul tuo essere…. una domanda che terrorizza. “Oggi ho mangiato strano”, “Di solito mangio altro”, “Devo dire la verità o descrivere la colazione tipo”, ecco alcuni tra i pensieri che martellano la testa del candidato.

PS: io che sono per campuccino e brioche sarò certamente banale

Se potessi essere un supereroe o super cattivo dei fumetti, chi vorresti essere? Membro del team in Chipotle

fumetti eroi

Altra domanda da fumetto, che cerca di indagare attraverso le nostre preferenze in temi assai poco business parte del nostro carattere. Anche in questo caso sarai combattuto tra il tuo reale preferito o quello dalle caratteristiche più “cool” per il posto vacante. Ironman per la scienza, Capitan America per la leadership ecc ecc… non dimenticare però che non è proprio così semplice e che spesso, una risposta originale (magari scegliendo un villain) potrebbe farti passare come creativo.

Quanto pagheresti per far lavare ogni finestra di Seattle? Sales operations in Facebook

seattle

Domanda per amanti della pulizia o esperti di economia? No, per un candidato del reparto sales in Facebook. Prima di avere una minima intuizione sul costo bisognerebbe avere una idea del numero di finestre… beh, buona fortuna!

LEGGI ANCHE: Cosa fare un attimo dopo essere stato licenziato

Qual è la tua principessa Disney preferita? Membro del team in Creamery

disney princess

Sembra un po’ la famosa domanda del quiz per la leva “Ti piacciono i fiori”, si diceva fatta per capire le tendenze sessuali di un candidato. Non spaventarti, prendi fiato e dai la tua preferenza…. io tifo per Mulan.

Licenza Creative Commons

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »