Come fare il backup dell’iPhone con iTunes e iCloud

Giu 19 • How ToNessun commento su Come fare il backup dell’iPhone con iTunes e iCloud

Ecco una mini guida per imparare ad archiviare tutti i dati salvati sul vostro amato iPhone attraverso l’utilizzo di due strumenti di Apple.

Perdere tutti i file archiviati sul proprio smartphone è certamente una delle paure più frequenti tra gli utenti. I dispositivi portatili di ultima generazione, infatti, vengono utilizzati per condividere e trasportare documenti, note, immagini, contatti ed informazioni che riguardano sia la sfera lavorativa che professionale ed è dunque necessario correre ai ripari nella sfortunata ipotesi in cui l’intero contenuto di hard disk e schede di memoria dovesse andare perso. Fortunatamente, almeno per quanto riguarda l’iPhone di Apple, sono diverse le soluzioni messe a disposizione degli utenti per “evitare il peggio”, ma senz’altro quelle ufficiali si fanno preferire in termini di recupero dei dati custoditi sul proprio dispositivo: iTunes ed iCloud.

iTunes

iTunes può essere considerato, dal punto di vista tradizionale, come un player multimediale dedicato a computer PC e Mac. Questo era, almeno all’inizio degli anni 2000, il suo ruolo ufficiale scandito dall’azienda di Cupertino prima di trasformarlo in un vero e proprio centro di controllo dedicato ai dispositivi portatili della Mela, come iPod, iPhone ed iPad. Oggi, dunque, iTunes rappresenta un passaggio non più obbligato, ma consigliato, per ottenere il massimo delle prestazioni dal proprio lettore multimediale, smartphone o tablet, nonché per mettere al sicuro i dati contenuti al suo interno attraverso un backup.

Realizzare un backup del proprio iPhone attraverso iTunes è molto semplice per chi ha già dimestichezza con computer PC o Mac, ma potrebbe risultare complesso o comunque non intuitivo per chi entra per la prima volta nell’ecosistema digitale realizzato da Apple. E’, dunque, consigliabile seguire i seguenti passaggi:

1) Collegare l’iPhone al computer.

Può sembrare ovvio, ma è necessario andare a realizzare una connessione “fisica” tra il proprio smartphone ed il computer affinché possa essere effettuato il backup. Alla prima connessione, infatti, il computer andrà ad avviare automaticamente l’apertura di iTunes chiedendo l’autorizzazione per accedere ai contenuti del proprio smartphone. Soltanto da quel momento sarà possibile andare ad interagire con lo stesso. In un secondo momento, poi, sarà possibile abilitare la connessione non attraverso USB, bensì via WiFi tra le opzioni di iTunes (Riepilogo->Opzioni-> Sincronizza con iPhone via WiFi e seguire la procedura indicata).

2) Scegliere il metodo di archiviazione.

Una volta collegato il proprio iPhone al computer sarà necessario selezionare la modalità di archiviazione. Nell’etichetta “Riepilogo”, basterà individuare la sezione “Backup” e selezionare “Effettua backup automaticamente da questo computer”. Ogniqualvolta l’iPhone verrà collegato al computer sarà aggiornato un file di backup con tutte le modifiche effettuate sul proprio dispositivo, andando a “cristallizzarne” il contenuto nel caso fosse smarrito.

iCloud

iCloud è senz’altro uno dei servizi più innovativi offerti da Apple ai suoi utenti. Attraverso esso, infatti, è possibile andare a sincronizzare su una “nuvola digitale” i propri contatti, email, calendari, ecc. con tutti i dispositivi compatibili (inutile dire che si tratta di un’esclusiva dedicata ad iOS). Una delle funzionalità più interessanti, però, è senz’altro quella di andare ad archiviare una copia del contenuto del proprio iPhone sulla cloud. Tutto ciò accade in wireless, ossia senza che vi sia una connessione fisica con il computer, elemento essenziale per chi si trova fuori casa o per chi non ha la possibilità di collegare il proprio dispositivo. Gli unici requisiti richiesti sono: una connessione WiFi ed una fonte di energia.

Il backup del proprio iPhone con iCloud potrà essere realizzato in due modi:

1) Da iPhone: ossia andando in Impostazioni-> iCloud-> Archivio e Backup ed attivare “Backup iCloud.

2) Da iTunes: dall’etichetta “Riepilogo” basterà individuare la sezione “Backup” e selezionare “Effettua backup automaticamente da iCloud”

Il contenuto del backup, sia esso realizzato attraverso iTunes che iCloud, comprende (nel caso non fossero state personalizzate le impostazioni) i contatti, il contenuto del rullino fotografico, i dati relativi alla applicazioni (compresi eventuali stati di avanzamento di giochi o impostazioni), email, messaggi, preferiti internet, note, memo vocali ed ogni altro dato contenuto all’interno del dispositivo. Ciò che, però, è essenziale ricordare è che non è possibile accedere al file del backup: questo, infatti, potrà soltanto essere ripristinato sul proprio iPhone od un altro smartphone di Apple, senza avere la possibilità di, ad esempio, visualizzare una particolare immagine o documento memorizzato al suo interno.

Recuperare un Backup

Recuperare un backup è altrettanto semplice. Una volta ripristinato il proprio dispositivo alle impostazioni di fabbrica (realizzabile attraverso il percorso Impostazioni-> Generali-> Ripristina-> Cancella contenuto ed Impostazioni) o acquistato un nuovo smartphone, quando nei primi momenti della cosiddetta “impostazione assistita” viene chiesto di configurare l’iPhone, sarà possibile scegliere se ripristinare i contenuti da iCloud o iTunes e seguire le indicazioni.

Licenza Creative Commons

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »