Barroso a Lampedusa: immagini indelebili

Ott 9 • FlashNessun commento su Barroso a Lampedusa: immagini indelebili

Il Presidente della Commissione Europea Barroso ha fatto visita a Lampedusa, in compagnia del premier Enrico Letta


Questa mattina il Presidente della Commissione Europea José Manuel Barroso, in compagnia del commissario Cecilia Malmstrom e del Premier Enrico Letta ha fatto visita al centro d’accoglienza di Lampedusa, a 6 giorni dalla tragedia dello scorso 3 ottobre in cui hanno perso la vita 280 migranti.

Al termine della visita, Barroso ha commentato la situazione con le seguenti parole:

L’immagine di centinaia di bare non uscirà mai dalla mia mente. Non penso che potrò dimenticarla. Le bare di bambini, di madri con neonati mi hanno profondamente scosso e rattristato

Nei giorni successivi alla tragedia il Premier Letta, il Ministro dell’Interno Alfano e gli altri membri del governo hanno sollecitato i vertici dell’UE per affrontare quella che, a questo punto, può essere considerata una vera emergenza per tutto il Mediterraneo.

L’Europa sta con la gente di Lampedusa. Il problema di uno dei nostri Paesi, come l’Italia, deve essere percepito come un problema di tutta l’Europa. Insieme possiamo agire in modo più adeguato. L’Europa non può girarsi dall’altra parte

Queste le parole di Barroso, a cui hanno fatto seguito quelle del Premier Enrico Letta, che ha espresso dolore per quanto ha visto, e ha dichiarato che una delle priorità dell’Italia è la revisione e il superamento della legge Bossi-Fini.

Ho visto sofferenza e dolore. Grazie al presidente della Commissione europea Josè Manuel Barroso ed al commissario Cecilia Malmstrom per essere qui con noi oggi, per aver accettato l’invito del governo a vedere in prima persona il dramma che si sta vivendo qui

È stato stabilito, inoltre, che per le vittime del naufragio di Lampedusa ci sarà il funerale di Stato. Non sono mancate manifestazioni di protesta da parte dei cittadini dell’isola.

Licenza Creative Commons

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »