Gianni Simioli e le serate danzanti

Ago 12 • EventiNessun commento su Gianni Simioli e le serate danzanti

Serate danzanti, vietate ai minori di 50 anni, con la partecipazione straordinaria Gianni Simioli


Sono aperte le prevendite per “Permetti un ballo? Serate danzanti vietate ai minori di 50 anni”, la manifestazione dedicata al ballo di coppia che si terrà dal 2 al 4 settembre nella Galleria Principe di Napoli.

La kermesse, organizzata dall’Associazione Jesce Sole, sarà una tre giorni dedicata ad un pubblico maturo che ama il ballo e che potrà trascorrere serate di fine estate all’insegna del divertimento e della passione per la danza. Nella location della Galleria Principe di Napoli, trasformata in un grande cafè chantant, si danzerà al ritmo di polka, mazurka, tango e walzer.
Mattatore della kermesse sarà l’istrionico Gianni Simioli che, con la sua simpatia e un pizzico di ironia, animerà le tre serate danzanti.
Tre serate per la gente, per chi vuole divertirsi e non sempre ha la possibilità di farlo, per regalare a chi non è più giovanissimo tanti sorrisi: questo è lo spirito con cui Gianni Simioli animerà la kermesse, lo stesso spirito irriverente con cui conduce “La Radiazza”, un programma che da voce ai napoletani. Parlando dei problemi, delle bellezze, della quotidianità della città partenopea, con ironia, simpatia, e spesso sollevando anche polemiche e dibattiti costruttivi, “La Radiazza”, in onda tutti i giorni su Radio Marte, è la trasmissione più seguita dal pubblico campano, superando di gran lunga persino le trasmissioni dedicate al calcio. Chissà se la baraonda Simioli porterà più scompiglio o divertimento tra le coppie danzanti? Sarà una bella sfida e, a proposito di gara , nell’ambito delle tre serate si terrà un miniconcorso: sarà premiata la “Coppia simpatia”, la “Coppia eleganza” e naturalmente la coppia che dimostrerà di essere la “Migliore coppia danzante” .

Non resta che dire “ Permetti un ballo?” e ricordare che le serate sono vietate ai minori di 50 anni!

Licenza Creative Commons

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »