Fabi, Silvestri, Gazzè a Napoli: umiltà, talento ed emozioni

Nov 29 • EventiNessun commento su Fabi, Silvestri, Gazzè a Napoli: umiltà, talento ed emozioni

Ieri sera al Palapartenope di Napoli Nicolò Fabi, Daniele Silvestri e Max Gazzè non si sono risparmiati ed hanno regalato al loro pubblico una serata e uno spettacolo densi di emozioni e di allegria

Se ci sono talento e umiltà non è difficile dividere un palco, anzi la condivisione diventa un’ottima occasione per dar vita ad uno spettacolo originale e divertente per gli stessi interpreti.

Questo è accaduto ieri sera al Palapartenope, tappa napoletana del tour del trio composto da Nicolò Fabi, Daniele Silvestri e Max Gazzè.

Tre artisti dal percorso parallelo le cui strade si sono spesso incrociate, per motivi anagrafici e di scelte musicali, fino alla decisione di dar vita ad uno concerto a tre voci e sei mani.

Musicisti poliedrici, parolieri arguti, showman eclettici che hanno saputo trasformare la loro esibizione in una serata allegra in cui si percepiva che tra coloro che calcavano il palco e gli spettatori la distanza era davvero solo fisica.

Tutti e tre hanno saputo fare un passo indietro, nessuno ha cercato di prevaricare sugli altri o ha manifestato atteggiamenti da prima donna. Insieme hanno percorso la loro storia musicale e di vita interpretando e, in qualche caso, reinterpretando i successi che hanno segnato le rispettive carriere.

Tre ragazzi diversamente giovani” hanno condiviso con un pubblico coetaneo allegria ed emozioni, complici una scenografia perfetta perché mai sovrastante, e il contributo dei musicisti che li seguono da sempre.

Ci siamo portati i nostri migliori amici, che sono anche i migliori musicisti

Accolti con calore hanno ricambiato non risparmiandosi, ed anche nella breve pausa che si sono concessi, prima del gran finale, non hanno lasciato il loro pubblico a digiuno di emozioni regalandogli la proiezione della “preghiera del clown” di Totò interpretata da un intenso Valerio Mastrandrea .

Uno spettacolo bello, allegro ed emozionante che non ha per fortuna risentito dei soliti problemi di acustica della struttura.

Se ci sono state note stonate non ce ne siamo accorti

Licenza Creative Commons

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »