Conti di deposito e sicurezza

Ago 28 • EconomiaNessun commento su Conti di deposito e sicurezza

Conti Deposito

Negli ultimi tempi si fa un gran parlare di conti deposito. Approfondiamo la questione.

È innegabile la convenienza di questi strumenti di risparmio e investimento, che oltre ad offrire minori costi di gestione rispetto ad un conto corrente tradizionale, permettono di ottenere ricavi molto superiori rispetto a questi ultimi.

Sembrerebbe essere tutto perfetto, se non fosse per l’aspetto legato alla sicurezza. Nonostante siano presenti da diversi anni, numerosi utenti diffidano ancora da questi strumenti di risparmio ed investimento, temendo per il proprio denaro. Qual è la verità quindi?

Conti di deposito e Sicurezza

Per fortuna le preoccupazioni degli utenti sembrerebbero essere del tutto infondate. Il motivo? Basti pensare che i conti deposito online offrono maggiori garanzie di prodotti di investimento come obbligazioni, azioni, polizze strutturate, pronti contro termine, etc.

Come se non bastasse, visto che siamo di fronte ad un deposito a risparmio a tutti gli effetti, questi conti beneficiano della garanzia del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, un istituzione formatasi per salvaguardare i correntisti degli istituti di credito italiani.

La norma attualmente in vigore per le banche del “Belpaese”, prevede una copertura massima da parte del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi pari a 100.000 euro per ogni singolo correntista.

Alla luce di quanto su scritto, quando si ha la necessità di verificare la sicurezza di un conto di deposito, può essere sufficiente verificare l’adesione al suddetto fondo. Può essere inoltre utile acquisire informazioni circa la solidità patrimoniale dell’istituto di credito in questione. Infine, può essere utile anche conoscere l’impiego dei capitali depositati. Come fare?

Nella maggior parte dei casi potrebbe essere sufficiente monitorare le strategie di investimento dell’istituto di credito prescelto.

Conclusioni

Fino ad oggi i conti deposito sono riusciti a resistere alla crisi finanziaria, in virtù di ciò, è lecito ipotizzare che negli anni a venire questa variabile esterna non influenzerà la sicurezza di questi strumenti finanziari.

Licenza Creative Commons

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »