Agricoltura in crescita: Giovani e donne riscoprono la terra

Lug 5 • EconomiaNessun commento su Agricoltura in crescita: Giovani e donne riscoprono la terra

Nel primo trimestre 2013, l’agricoltura è l’unico settore a registrare un risultato positivo


Anche se l’attenzione dei media, dei politici e dei sindacati è perennemente rivolta al settore manifatturiero e siderurgico, si registra un interessantissimo dato: cresce il settore dell’agricoltura, grazie all’aumento delle esportazioni. A un calo dei consumi interni, figlio della crisi profonda nella quale si trova la maggior parte delle famiglie italiane, si contrappone, infatti, un nuovo record dell’export a 31 miliardi nel 2012, con un’ulteriore crescita nel primo trimestre 2013.

Una ricerca condotta da Coldiretti e Swg sui tagli delle famiglie italiane ai consumi evidenzia una riduzione del 17% della spesa alimentare. Un eventuale aumento dell’IVA potrebbe portare a un ulteriore peggioramento.

Nonostante le difficoltà del momento storico che il Paese sta attraversando, i dati del settore agricolo ci fanno tirare un piccolo sospiro di sollievo. Nel primo trimestre 2013, l’agricoltura è l’unico settore a registrare un risultato positivo (+ 4,7 %), e un aumento delle assunzioni pari allo 0,7 %, al contrario dell’industria che continua a peggiorare. Neanche le condizioni meteorologiche avverse degli ultimi mesi sono riuscite a mettere in ginocchio il settore, confermandone il buon momento.

« L’agricoltura italiana – afferma Ermete Realacci, Presidente della Commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici della Camera è un settore che vanta un primato da Guinness in Europea per la varietà dei suoi prodotti tipici. Un comparto che è cresciuto nel segno della qualità e che da un contributo importante all’attrattività del made in Italy nel mondo. Esso non può che svilupparsi ulteriormente scegliendo la via dell’eccellenza ».

Altro dato particolarmente positivo è l’aumento del numero di aziende agricole a gestione femminile. Da un’analisi della Coldiretti, relativa al primo trimestre 2013, sono 234.228 le imprese agricole guidate da donne in Italia, pari a un terzo del totaleAnche i giovani hanno riscoperto il lavoro nei campi, con un aumento del 5,1% di dipendenti con meno di trentacinque anni.

La rinnovata passione per l’agricoltura, il potenziamento del biologico e la lotta all’utilizzo degli OGM possono rappresentare per l’Italia un importante strumento di crescita, con ricadute positive in termini di occupazione ed esportazione del marchio “Made in Italy”.


Licenza Creative Commons

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »