Home Curiosità Una Gioconda calva per la campagna anti-tumore

Una Gioconda calva per la campagna anti-tumore

1513
0
Gioconda Calva

[highlight]Bellissima campagna di sensibilizzazione sui tumori realizzata per la Fondazione ANT[/highlight]



La Gioconda è il simbolo dell’arte italiana, forse l’opera più famosa al mondo, e di versioni bizzarre ne sono state realizzate moltissime nel corso degli anni.

C’è chi, come Duchamp, le ha applicato dei baffi, ma mai nessuno l’aveva mostrata senza capelli. L’idea è venuta all’agenzia di comunicazione Diaframma Advertising, che ha scelto questa immagine per una campagna di sensibilizzazione anti-tumori della Fondazione ANT Italia Onlus, che da anni garantisce assistenza domiciliare gratuita ai malati di cancro.

Ad accompagnare l’immagine, già di per sé molto forte, un claim, ovvero uno slogan, molto eloquente:

[quote]Un tumore cambia la vita, non il suo valore[/quote]

Gioconda Fondazione ANT

Ritrarre la Gioconda completamente calva è un modo per rappresentare tutti i malati di tumore che, sottoposti alla chemio e alla radioterapia, perdono i capelli. ANT ha così commentato la scelta:

[quote] È un colpo d’occhio sconcertante, perfetto emblema degli sconvolgimenti che il cancro porta con sé, dell’enormità del suo impatto sul vissuto di una persona e del valore inestimabile della posta in gioco. La Monna Lisa, così presentata, stravolge l’icona scolpita nella memoria collettiva, mettendola in discussione esattamente come fa un tumore con la storia personale di chi ne è colpito. Superato lo stupore iniziale, ci si accorge che l’opera per quanto diversa da quella cui siamo abituati, non perde nulla del suo valore e della sua unicità[/quote]

La missione della Fondazione ANT è garantire l’Eubiosia (dal greco, “buona vita”) ovvero la dignità della vita, intesa come insieme di qualità che conferiscono dignità alla vita, dal primo all’ultimo respiro.

Dal 1985 ad oggi ANT ha assistito, in modo completamente gratuito, quasi 100.000 persone affette da tumori. In 9 diverse regioni italiane, circa 3.800 malati vengono assistiti ogni giorno a domicilio da 20 équipes di operatori sanitari ANT che assicurano, al malato ed alla sua famiglia, tutte le necessarie cure di tipo ospedaliero e socio-assistenziale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here