13 misteri ancora irrisolti

Gen 16 • CuriositàNessun commento su 13 misteri ancora irrisolti

Il mondo è pieno di misteri e di scoperte sensazionali. Ecco una lista di eventi per i quali si attende ancora una spiegazione.

Il primo gennaio 2015 il popolare sito web Mashable ha pubblicato un articolo nel quale ha elencato tredici misteri ancora irrisolti.

Tredici casi, tante domande e pochissime risposte. Un aereo scomparso nel nulla, una città nascosta sotto terra, un sommergibile che appare all’improvviso, gli alieni e la loro luna; per questi e per molti altri misteri si attende ancora una spiegazione, che potrebbe arrivare nel corso del 2015.

Il Sommergibile Clandestino

Il sottomarino avvistato nei pressi della Svezia proviene dalla Russia?

Un generale svedese ha dichiarato di recente che il territorio della nazione è stata “inaccettabilmente violata” nel mese di ottobre, ma non è in grado di affermare con certezza da chi.

I militari svedesi hanno trovato tracce di un sottomarino misterioso in agguato nei pressi della capitale, Stoccolma, e molti funzionari puntato il dito contro la Russia. Dopo una lunga operazione di ricerca sulle oltre 30.000 isole che compongono l’arcipelago di Stoccolma, i funzionari svedesi hanno interrotto la caccia ed confermando la provenienza estera del sottomarino, ma senza riuscire a identificarne con precisione l’origine.

LEGGI ANCHE: I Misteri del Mondo: la leggenda dell’Olandese Volante

I Tornado Gemelli

Che cosa ha causato il doppio tornado che ha colpito Pilger, in Nebraska?
I violenti tornado gemelli che rasero al suolo la cittadina di Pilger in Nebraska nello scorso mese di giugno, uccidendo due persone e ferendone quasi due dozzine, è stato un fenomeno raro e spaventoso. Entrambi i tornado sono stati classificati d’intensità EF-4 della Fujita Tornado Damage Scala, con venti di 200 chilometri orari. I gemelli si sono, ad un certo punto, divisi; uno si è diretto verso la cittadina di Pilger, l’altro si è diretto verso est.

I danni causati dai due tornado sono stati così ingenti da essere visibili dallo spazio; un satellite della NASA, infatti, ha fotografato due squarci nel terreno praticamente identici, separati da circa due miglia.

Ci sono molte cose che gli scienziati ancora non conoscono riguardo ai tornado. Ad esempio, ancora non sanno con esattezza perché alcuni alcuni temporali provocano un tornando mentre altri delle stesse dimensioni no. I tornado gemelli di Pilger rappresentano un caso unico, che ha dimostrato come alcune tempeste siano in grado di produrre addirittura due tornado contemporaneamente.

Le ragazze nigeriane

Dove sono le studentesse che i Boko Haram hanno rapito?
Quasi 300 studentesse sono state rapite nel mese di aprile in una scuola di Chibok, in Nigeria, da un gruppo islamico radicale chiamato Boko Haram. All’inizio di maggio, l’hashtag #BringBackOurGirls ha iniziato a diffondersi su Twitter, sensibilizzando il mondo sul rapimento di massa.

Dopo qualche giorno, il Capo della Difesa nigeriana, l’Air Marshal Alex Badeh, ha dichiarato che le forze militari del paese avevano individuato le studentesse ma che liberarle usando la forza era fuori questione. Badeh non ha specificato la posizione delle ragazze, e il portavoce del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha detto di non poter confermare il rapporto che è arrivato dalla Nigeria.

Verità o menzogna? Nessuno lo sa, ma è passato ormai molto tempo e le ragazze ancora non sono tornate.

Le voragini in Siberia

Com’è avvenuta l’esplosione?
Dopo un’esplosione inspiegabile nel mese di luglio, si è venuto a formare un buco con un diametro di 115 metri nella penisola di Yamal in Siberia, il cui nome significa “fine del mondo” nella lingua degli abitanti indigeni della zona. Altri due misteriosi buchi sono saltati fuori, nel nord della Russia, poco dopo. Gli scienziati ritengono che le esplosioni di gas sotto la superficie abbiano causato le voragini, ma non sono stati in grado di confermare questa teoria.

Nel mese di novembre, un team di scienziati, un medico e un alpinista professionista si sono immersi nella voragine per saperne di più, ma le cause sono ancora sconosciute.

Le lattine colme d’oro

Era davvero la refurtiva di una rapina del 1901 da 10 milioni di dollari? Da dove proviene l’oro?
Sepolto per più di un secolo, 1.400 monete d’oro – per un valore stimato di 10 milioni dollari – sono state rinvenute in un cortile della California nel 2014. La coppia di mezza età in California ha scoperto otto lattine piene d’oro in stato di decomposizione.

Il racconto si è fatto ancora più curioso, quando è stato scoperto che le monete potrebbero provenire da una partita di monete coniate dalla zecca degli Stati Uniti a San Francisco, rubata in una rapina nel 1901.

L’ex impiegato della Zecca di San Francisco, Walter N. Dimmick, era stato accusato di quel furto, ma, per ammissione della pubblica accusa, è stato condannato su prove indiziarie. I servizi segreti hanno cercato per tutta la California quelle monete, senza mai riuscire a trovarle.

Magari quella coppia di anziani californiani conosce delle tecniche di investigazione più efficaci.

L’attacco alla Sony

Chi c’era dietro l’attacco informatico di massa alla Sony? È stata davvero la Corea del Nord?
La Sony si sta ancora riprendendo da un pesante attacco che ha esposto i segreti aziendali più imbarazzanti e ha portato alla cancellazione dell’uscita di un film. L’FBI ha accusato dell’attacco il governo della Corea del Nord, dicendo che era una rappresaglia per “The Interview”, film interpretato da James Franco e Seth Rogen che racconta l’assassinio del dittatore Kim Jong-Un. Tuttavia, non tutti gli esperti di sicurezza sono convinti che il collegamento alla Corea del Nord – in particolare, il governo della Corea del Nord – sia accurato, soprattutto in assenza di prove più concrete.

Jeffrey Carr, esperto di sicurezza informatica ha dichiarato:

Uno dei più grandi errori commessi è l’aver ricondotto l’attacco al governo della Corea del Nord semplicemente per il fatto che è stato ricondotto a un postazione internet in quel Paese. È un presupposto errato, perché in Corea del Nord internet viene fornito da provider esterni, nel caso specifico da una società thailandese.  Niente di tutto questo esclude scenari alternativi, quindi perché passare subito alle conclusioni più gravi?

Gli studenti messicani

Che cosa è successo ai 43 studenti dispersi durante un viaggio? Sono morti? E i loro corpi?
Quasi quattro dozzine di studenti delle scuole superiori sono scomparsi in Messico dopo che la polizia li ha fermati durante un viaggio che li avrebbe condotti ad una manifestazione di protesta. I poliziotti, in seguito, hanno riferito che gli studenti sono stati consegnati ad una gang della droga e gli investigatori suppongono che siano stati uccisi. Tuttavia, non sono mai stati trovati i loro corpi.

Quasi 80 persone sono state arrestate a seguito del sequestro, tra cui il sindaco, sua moglie e un capo della polizia locale. Ma senza i loro corpi, il caso rimane irrisolto.

Le foto delle celebrità rubate dagli hacker

Chi è l’hacker che ha manomesso gli account delle celebrità acquisendone le foto private?

A fine agosto un utente con il nickname 4chan ha iniziato a pubblicare di centinaia di foto private mai viste prima di celebrità, rubate dai loro profili icloud. Le vittime sono state per lo più di sesso femminile e di alto profilo: Jennifer Lawrence, Scarlett Johansson, Kim Kardashian, Kate Upton e McKayla Maroney.

Apple ha confermato che gli hacker  hanno ottenuto le immagini per mezzo di un attacco “mirato”, anche se ancora non sappiamo chi o quanti siano. L’FBI sta ancora esaminando il caso.

La luna aliena

Gli scienziati hanno davvero scoperto la presenza di un Satellite extrasolare?
Gli scienziati pensano di aver trovato luna di un pianeta alieno, sarebbe il primo avvistamento di “satellite extrasolare”. Il problema è che non potremo mai sapere se è quello che gli astronomi hanno visto realmente. I ricercatori hanno scoperto il possibile satellite con il “microlensing gravitazionale” – una tecnica che rileva gli oggetti lontani, indipendentemente dalla luce che emettono – approfittando degli allineamenti casuali tra le stelle. Quando una stella in primo piano passa tra la Terra e una stella più lontana, la stella più vicina è in grado di agire come una lente d’ingrandimento su quella più lontana, il pianeta sarà illuminato o oscurato  dalla luce della stella lontana. Ma in alcuni casi l’oggetto distante potrebbe essere un pianeta fluttuante invece di una stella, dando agli scienziati la possibilità di misurare la massa del pianeta rispetto al suo compagno.

In questo caso, gli scienziati avrebbero spiato una piccola stella circondata da un pianeta , che è 18 volte la massa della Terra o potrebbero aver individuato, per la prima volta, un pianeta più grande di Giove, ma che ha una luna di peso inferiore alla Terra.

Purtroppo è impossibile sapere se hanno realmente messo gli occhi su un satellite extrasolare. La ricerca continua.

Sotto Stonehenge

Una tecnologia di mappatura sotterranea senza precedenti ha rivelato che Stonehenge non è sempre stata sola. Sotto la vecchia struttura di pietra di 5000 anni fa c’è un tesoro archeologico costituito da migliaia di monumenti che includono santuari, tumuli, fosse profonde e altre caratteristiche inspiegabili.

Stonehenge era precedentemente pensato per essere un autonoma ed isolata struttura, ma questa scoperta ha gettato i ricercatori in un ciclo senza fine di ricerche e scoperte.

Stonehenge potrebbe non essere più la stessa

ha dichiarato Vince Gaffney Mashable, ricercatore capo del progetto.

E questo è solo l’inizio, la stragrande maggioranza delle informazioni dal sito devono ancora essere analizzate.

Gaffney continua:

Quello che state sentendo a riguardo è semplicemente una piccolissima porzione della quantità di dati che abbiamo ora. Pensiamo che ci posso volere almeno un altro anno di lavoro per completare la ricerca.

MH370

Dove sono i resti dell’aereo? E i passeggeri e lo staff, sono dispersi o morti?

Lo scorso 8 marzo un volo della Malaysia Airlines scompare senza lasciare traccia durante il viaggio da Kuala Lumpur a Pechino. Il tempo era buono e non c’era alcun segnale di soccorso dalla cabina di pilotaggio quando l’aereo è scomparso dagli schermi radar. Una massiccia operazione di ricerca “ha messo sottosopra” l’Oceano Indiano, ma del Boeing 777 non ci sono mai più state notizie.

Dopo più di nove mesi, non un singolo pezzo dei detriti del MH370 è stato ritrovato. Nonostante le numerose teorie del complotto, non si conoscono ancora le dinamiche dell’accaduto. Tutte le 239 persone a bordo si presume siano morte, ma un alone di mistero avvolge l’intera faccenda.

LEGGI ANCHE: Boeing 777-200, un altro mistero irrisolvibile?

L’Islanda e il suo vulcano

Come mai il Bardabunga non smette di eruttare?

L’eruzione del vulcano Bardarbunga in Islanda ha avuto inizio alla fine di agosto e non ha ancora smesso. Il vulcano è unico nel suo genere per tre motivi principali: l’enormità del suo campo di lava, la quantità di gas di anidride solforosa pericolosa che ha rilasciato nell’atomosfera e la quantità impressionante di avvallamenti che hanno avuto luogo nel suo cratere.

Bardarbunga ha creato un campo di lava di 32 miglia quadrate,il più grande in Islanda dopo l’eruzione del Laki nel 1783, e i ricercatori affermano che è “probabilmente il terzo campo di lava più grande della Terra”. I gas emessi dal vulcano hanno colpito tutta l’Islanda ed è la prima volta che accade in 150 anni.

La quantità di zolfo che è stata rilasciata da questo vulcano potrebbe aver superato quella di qualsiasi vulcano sulla Terra.

La storia di Adnan

Un caso di omicidio commesso nel 1999 è stato ripreso in esame da “Serial”, un podcast che racconta un caso ogni settimana. Attualmente il presunto colpevole del crimine, un certo Adnan Syed, sta scontando una condanna all’ergastolo per aver ucciso la sua ex-fidanzata del liceo Hae Min Lee.

Quando la presentatrice Sarah Koenig ha raccontato la storia di Adnan sono emersi molti elementi poco chiari, come l’assenza di testimoni oculari che legano Syed al luogo del delitto. L’avvocato di Adnan, Cristina Gutierrez non è, infatti, riuscita a interrogare nemmeno un testimone capace di affermare di aver visto il suo cliente in compagnia della vittima il giorno dell’omicidio.

Ora che il caso è stato riaperto si dovrà attendere la decisione della Corte d’Appello del Maryland che deciderà il destino dell’uomo in carcere.

L’attuale avvocato di Syed, C.Justin Brown, ha definito l’udienza prevista per gennaio “l’ultima occasione” per tornare in libertà.

Licenza Creative Commons

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »