#PensieriBarbarici: Vado a perdermi in funicolare

Giu 13 • CulturaNessun commento su #PensieriBarbarici: Vado a perdermi in funicolare

Il piacere di perdersi nella propria città, vagando nei proprio pensieri. A voi è mai capitato?

Non tutti hanno la fortuna di avere una funicolare nella propria città, a Napoli ce ne sono addirittura quattro.

La funicolare, per definizione, è un luogo sospeso dove “appesi ad una fune” si viaggia passando da un luogo all’altro in un tempo che ha il sapore del passato.

C’è di solito un caos diverso da quello delle metropolitane, un’utenza differente, il cellulare non prende, ma a volte si e in alcuni tratti si vedono scorci di paesaggio.

Vi è mai capitato di perdervi in funicolare? A me si, e più di una volta.

Dove perdersi è consistito nel dimenticarsi di scendere e ritrovarsi a vagare tra i luoghi della propria anima percorrendo i tornanti dei propri pensieri.

Cosa succede se non scendi? Poco o nulla. Innanzitutto risali e al massimo, per ritornare al punto di destinazione, investirai un altro quarto d’ora del tuo tempo sottraendoti a quelli che sembrano ormai gli inevitabili contatti con il mondo esterno.

Se e quando realizzi di non essere sceso provi una sensazione strana, anzi un misto di emozioni.

Ti guardi intorno per vedere se qualcuno se ne è accorto. Gli altri e le loro opinioni hanno sempre la loro influenza.

E poi te la godi. Ritorni a dove eri un attimo prima che l’inversione di marcia ti destasse da te.

In questo periodo della mia vita prendo poco la funicolare ma mi rendo conto che avrei bisogno di smarrimi perché solo perdendosi ci si può ritrovare.

E mi è capitato di ripensare alle pagine di un libro lette durante quelle brevi fughe, ai discorsi mentali completati, alle decisioni soppesate ma anche alla rarissima ed inebriante sensazione che solo l’assenza di pensieri sa donare.

Clienti a cui rispondere, recensioni da consegnare, una vita da vivere secondo ritmi che anche se da me stessa preimpostati non sempre sono sostenibili.  Discorsi a metà, decisioni da prendere, emozioni da decifrare ed un’anima che necessita di una boccata di sé.

Ho deciso domani mattina, qualunque sia la mia meta, ci arriverò prendendo la funicolare.

Licenza Creative Commons

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »