Gli spettacoli teatrali da non perdere ad aprile

Mar 31 • CulturaNessun commento su Gli spettacoli teatrali da non perdere ad aprile

Da Simone Cristicchi a William Shakespeare, ecco il meglio che i nostri teatri hanno da offrire questo mese.

Questa primavera i teatri italiani ospiteranno spettacoli imperdibili; da Milano a Napoli, da Torino ad Ancona, da Genova a Palermo, da Bologna a Modena, in tutta Italia durante il mese di aprile sono in tabellone spettacoli che vanno assolutamente annotati sul calendario.

Ecco la nostra selezione. Prendete appunti.

LEGGI ANCHE: I concerti più attesi del 2015

Magazzino 18

Coadiuvato nella scrittura da Jan Bernas e diretto dalla mano esperta di Antonio Calenda, Cristicchi partirà proprio da quegli oggetti privati, ancora conservati al Porto di Trieste, per riportare alla luce ogni vita che vi si nasconde.

Narrata schiettamente passando da un registro vocale all’altro, con diversi costumi ed atmosfere musicali, in una koinée di linguaggi che trasfigura il reportage storico in una forma nuova, che forse si può definire “Musical-Civile”.

Lo spettacolo sarà punteggiato da canzoni e musiche inedite di Simone Cristicchi, eseguite dal vivo.

Date: 8-12 Aprile, Teatro Della Corte di Genova | 15-24 Aprile, Teatro Biondo – Sala Grande di Palermo | 30 Aprile, Teatro Comunale Marcello Mascherini di Azzano Decimo (PN) 

Plan B

Uno straordinario esempio di circo contemporaneo, in Plan B si ritrovano gli elementi fondamentali del teatro di Aurélien Bory.

La scenografia vivente come un’installazione e una danza dalla forte vena acrobatica per una visione della drammaturgia aperta all’arte contemporanea, cinematografica e circense.

Date: 8-9 Aprile, Arena del Sole di Bologna | 11-12 Aprile, Teatro Storchi di Modena

La Merda

L’opera che ha scioccato e meravigliato il mondo al Festival di Edimburgo 2012 vincendo, tra gli altri, il Fringe First Award for Writing Excellence, il The Stage Award for Acting Excellence e l’Arches Brick Award for Emerging Art, registrando il tutto esaurito sia nel 2012 che nel ritorno al festival del 2013; proseguendo con il clamoroso successo di pubblico e critica del tour europeo 2014 con Copenhagen, Bristol, Berlino, Lugano, Glasgow e il celeberrimo West End londinese, e i due anni di tutto esaurito dovunque in Italia nonostante una sottile e persistente censura.

La Merda ha come spinta propulsiva il disperato tentativo di districarsi da un pantano o fango, ultimi prodotti di quel genocidio culturale di cui scrisse e parlò Pier Paolo Pasolini all’affacciarsi della società dei consumi. Quel totalitarismo, secondo Pasolini, ancor più duro di quello fascista poiché capace di annientarci con dolcezza.

Date: 9 Aprile, Teatro Puccini di Firenze | 10-11 Aprile, Teatro Archivolto di Genova | 12 Aprile, Teatro Sociale di Alba | 15 Aprile, Teatro Odeon di Lumezzane (BS) | 16 Aprile, Teatro Duse di Bologna | 18 Aprile, Teatro Comunale di Bellino

La Scuola

Silvio Orlando e Marina Massironi in La scuola, regia di Daniele Luchetti, tratto dal omonimo film sempre con la regia di Lucchetti uscito nel 1995 – a sua volta basato su due libri di Domenico Starnone.

Lo spettacolo, forte di una linearità drammaturgica e cronologica unitarie senza cambi di scena o salti temporali; è la fotografia nitida di una resa dei conti. Si scontrano non solo due modi di intendere l’istruzione, ma anche due mondi etici e politici differenti, la palestra è il campo di battaglia della scuola.

Ma il sistema scolastico presenta molte falle e si intuisce anche che su temi quali l’edilizia scolastica o la centralità del ruolo degli insegnanti, il nostro paese è rimasto proprio agli anni ’90.

Nonostante siano argomenti che sono trattati da ogni nuovo governo, come un suono di sottofondo.

Date: 9-12 Aprile, Teatro delle Muse di Ancona

Antigone

Amore e morte, insurrezione e potere, ragione e spiritualità: sono i temi sempre attuali di uno dei testi più interessanti del ‘900 europeo.

La lotta di forze opposte nell’ineluttabilità tragica del destino conduce la giovane Antigone a sacrificarsi per un ideale. Creonte dovrà difendere la ragion di stato dai violenti attacchi della ragazza alle convenzioni del potere costituito.

Uno scontro dialettico senza buoni e senza cattivi. E poi l’amore per il fratello morto, esposto alla vista di tutti perché sia esempio di ciò che succede a chi si ribella all’autorità. L’amore per il giovane Emone, imberbe e appassionato. L’amore per la sorella Ismene, che invece ha accettato il compromesso e le consuetudini della vita dei potenti. L’amore per la verità, l’amore per l’amore che porterà la morte.

L’opera di Jean Anouilh giunge a Torino con la regia Emanuele Conte.

Date: 15-17 Aprile, Teatro della Tosse di Torino

Zio Vanja

Il debutto in prima nazionale dello spettacolo Zio Vanja, di Anton Cechov, con la regia di Pierpaolo Sepe e la collaborazione drammaturgica di Armando Pirozzi, nuova produzione del Teatro Stabile di Napoli Mercadante nell’ambito del focus Cechov della Stagione.

Pierpaolo Sepe:

La storia e le problematiche che essa contiene pare non siano invecchiate e ci si ritrova, quindi, a parlare di noi, delle nostre piccole e meravigliose vite, delle nostre paure e dei nostri sogni, di tutto ciò che abbiamo perso, di tutto ciò che abbiamo avuto. Alla fine sembra trionfare la profonda immoralità delle nostre esistenze, l’incapacità di risollevarsi e di raggiungere una felicità, seppur apparente, e Cechov pare deriderci, raccontandoci come esseri patetici, ridicoli, mortificati e dolenti. Eppure a me piace scorgere, dietro la velenosa ironia, dietro le intelligenti architetture, una compassione fraterna di chi si duole e si strugge del proprio destino, della propria sorte e di chi, nei suoi racconti e nei suoi testi, ha versato tutte le sue lacrime. Forse davvero la vita ci ha ingannati, ma forse non poteva andare altrimenti.

Date: 28 Marzo – 19 Aprile, Teatro Mercadante di Napoli

Carmen

Carmen è un’opéra-comique in quattro quadri di Bizet. Tratta dalla omonima novella di Merimée, ne apporta delle modifiche salienti tra cui l’introduzione dei personaggi di Escamillo e Micaela e il carattere di Don José, nel romanzo descritto come un bandito rozzo e brutale.

La regia è di Emma Conte e Mazzetti.

Date: 28 Marzo – 16 Giugno, Teatro Alla Scala di Milano

LEGGI ANCHE: Chi è Andrew Lloyd Webber

Molto Rumore per Nulla

Spettacolo tratto dall’opera teatrale di William Shakespeare riapproda al Globe di Roma per chiudere in bellezza la stagione in onore del 450 anniversario dalla nascita dello scrittore inglese con la regia di Loredana Scaramella.

Date: 28 Marzo – 05 Settembre, Globe Theatre Silvano Toti di Roma

Licenza Creative Commons

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »