Cancellieri ottiene la fiducia, ma il caso non è risolto

Nov 21 • Attualità, FlashNessun commento su Cancellieri ottiene la fiducia, ma il caso non è risolto

Nonostante la fiducia votata alla Camera, le polemiche continuano. A complicare la sua situazione le dichiarazioni di Salvatore Ligresti. Intanto, il Pd si spacca


Si è svolta ieri la votazione per la mozione di sfiducia presentata dal M5S nei confronti del Ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri, al centro della bufera per il suo intervento in favore di Giulia Ligresti in seguito ad una telefonata del padre.

La sfiducia è stata respinta dalla Camera dei Deputati, con 405 voti contrari, 154 favorevoli e tre astenuti.

Prima della votazione, la Guardasigilli ha voluto esprimere la sua posizione in relazione ai fatti a lei contestati.

La confermata fiducia alla Cancellieri non ha comunque spento le polemiche, creando tensioni in particolare in casa Pd.

Il segretario del Partito Democratico, Guglielmo Epifani, nel suo intervento, non senza critiche rivolte alla Cancellieri, ha confermato l’intenzione del PD di confermare la fiducia a Letta e al Ministro, per poi polemizzare con il M5S e Brunetta.

Il sindaco di Firenze, Matteo Renzi, ha dichiarato durante la trasmissione “Unomattina” su Rai Uno che a partire dal 9 dicembre, giorno successivo alle primarie del PD, le cose dovranno cambiare:

Il presidente del consiglio ci ha detto di considerare la fiducia alla Cancellieri come la fiducia a lui. Quindi votare la sfiducia avrebbe voluto dire mandare a casa il governo. Credo che la Cancellieri abbia profondamente sbagliato e che avrebbe fatto bene e dimettersi ma non si manda a casa un governo intero se il presidente del consiglio mette nel piatto la sua fiche. Cancellieri ha fatto la sintesi perfetta dicendo: il vecchio Pd mi avrebbe difesa e il Pd alla fine l’ha salvata. Il nuovo Pd credo che non difenderà più casi di questo genere

Anche l’altro candidato alle primarie del Pd, Giuseppe Civati, è intervenuto in aula:

Il Caso Cancellieri, comunque, è lontano dall’essere risolto, a causa di quanto è emerso dai verbali di Salvatore Ligresti, il quale ha dichiarato di aver segnalato l’allora prefetto a Silvio Berlusconi. Il ministro ha risposto a queste insinuazioni giudicandole completamente false.

Licenza Creative Commons

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »